PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
Sezione "Vincenzo Mosca" – Via Turati, 6 – 20090 Cesano Boscone (Mi)

 

Alla cortese attenzione

della Sindaca,
Signora Bruna Brembilla,

dei Signori Assessori,

delle/dei Signore/i Consigliere/i Comunali

del Comune di
Cesano Boscone (Mi)

e p.c. della Stampa locale

e delle Associazioni Cesanesi

 

Oggetto: Piano di lottizzazione "Multiplex" - Consiglio Comunale del 20 luglio 2000.

Gentile Signora Sindaca, Signor Presidente, Signori Consiglieri.

All’ordine del giorno, questa sera, figura la discussione delle osservazioni al controverso progetto di piano di lottizzazione per un centro commerciale sulla Nuova Vigevanese (noto come Multiplex), al Quartiere Tessera.

Data l’assenza giustificata della Consigliera Mulas, che rappresenta il Partito della Rifondazione Comunista, non ci è dato di esprimere con un voto il nostro intendimento in merito a tali osservazioni; vorremmo però cogliere l’occasione per sottolineare il nostro pensiero per quanto concerne ciò che noi consideriamo un progetto che contribuisce a mettere a repentaglio la salute, peraltro già gravemente compromessa, dei cittadini del Q.re Tessera.

Contro questa iniziativa abbiamo pubblicato manifesti, distribuito volantini, organizzato manifestazioni ed aderito a manifestazioni organizzate da comitati di cittadini.

Le ragioni della nostra opposizione sono state dettagliatamente descritte in una lettera aperta indirizzata a tutti Voi e protocollata con il numero 2350 il 18 febbraio 2000; in essa evidenziamo i rischi inerenti all’aggravamento dell’inquinamento atmosferico ed acustico, che rendono del tutto inopportuna la costruzione di un simile "mostro" e chiediamo, tra le altre cose, misure precise e dettagliate per il monitoraggio degli inquinanti; a tali richieste si è data risposta con la presentazione di uno studio di compatibilità ambientale COMMISSIONATO DALLA PROPRIETA’ MEDESIMA, che ha dato risultanze facilmente ipotizzabili.

Questa sera comunque non ci dilungheremo su questo argomento, poiché sono ormai di dominio pubblico le valutazioni ed i dati pubblicati da molti ed autorevoli Enti ed Organizzazioni sui danni provocati dall’inquinamento da traffico; ci limiteremo invece ad esprimere il nostro disappunto per la programmazione di un Consiglio Comunale su questo tema, così coinvolgente per tutti gli abitanti di Cesano, proprio a fine luglio, in un periodo dell’anno che vede già gran parte della cittadinanza e dell’opinione pubblica assente dal territorio cesanese per godere delle vacanze.

La stessa nostra consigliera comunale, Valeria Mulas, è impossibilitata ad esprimere il suo voto ed a leggere questo intervento dato che ha intrapreso un viaggio a Cuba già programmato da tempo, dopo essersi brillantemente laureata pochi giorni fa.

Un tema che ha sollevato contrasti tra i cittadini e tra le stesse forze della maggioranza viene discusso nel periodo dell’anno in cui la cittadinanza è più assente e distratta del solito, impedendo, di fatto, all’unica forza politica che ha esercitato una vera opposizione al progetto di poter far sentire la propria voce in Consiglio Comunale.

Riteniamo che un atteggiamento meno supino nei confronti dei ricatti della proprietà e più aperto invece alle istanze della popolazione, meno preoccupato di non essere "da meno" del Comune di Corsico nella corsa al cosiddetto "sviluppo" e più volto alla tutela del bene primario che è la salute, sarebbe stato più consono ad una amministrazione comunale sensibile ed attenta.

Invitiamo comunque tutti i Consiglieri presenti a porsi senz’altro dalla parte dei cittadini, assumendo una posizione critica su questo progetto e chiedendo che la discussione venga posticipata ad una data più rispettosa delle esigenze delle persone, le quali, in ultima analisi, sono le vere proprietarie del territorio in cui vivono.

Vi ringraziamo per la Vostra cortese attenzione.

Il Segretario del Circolo Intercomunale
"Antonio Gramsci"
di Rifondazione Comunista

Vittorio Ciocca