English version Visitatore numero del sito della PROLOCO & Cittadini di MARCELLINA ! Versione italiana

 
   

CHIESE DIPENDENTI

L'abbazia S.M. in Monte Dominici  aveva giurisdizione ecclesiastica e propri beni di sostentamento ( Ora et Labora )  

Per la giuridizione Ecclesiastica dipendevano da essa ben 13 chiese

Nome localitÓ note
S.Filippo e S. Giacomo  a Magugliano Nello stesso monastero o sue vicinanze  
S.Sebastiano  Collevecchio ( Marcellina vecchia-castrum : quella distrutta dai monaci ... per intenderci )  
S.Lucia Collesecco - ( Muracce ) in zona monteverde esiste ancora il vocabolo catastale "S.Lucia"  
S.M. in Casa Vitale Vignali = fonte della S.Maria  
S.Silvestro in Colle " Lu colle "  
S.Romula in Torrita Nel castello ( forse prima dedicata a S.Giovanni poi a S.Romula )  
S.M. de Villa S.Polo : fonte la villa   
S.Paolo S.Polo dentro il paese  
S.M. in Percile ( pesele )  fondo Antoniano a 5 Km da Tivoli  
S.Angelo di Vena Conventillu a M.Morra  
S.M. in  Castro Poggio monte Arcaro , tra Roccagiovane, M della Spogna e S.Polo  
S.Biagio  A Runci , nella zona dove il fosso valle Fura incrocia il fosso Ronci  
S.Anastasio a cornuti massa cornutiana , zona Ciavoli ProprietÓ del Goto Flavio Valila che l'aveva acquistata dalla famiglia romana dei Cornuti...
 

Altre notizie desunte dalla illustrazione degli affreschi effettuata in data 14-04-02 dalla Dr.sa M.Cristina Rossini nell'ambito del Convegno: Marcellina olio e non solo...

L'abbazia sorgeva su un monte o proprietÓ di un certo Domenico. Aveva sicuramente una struttura "fortificata". La struttura della chiesa era perfettamente inserita nel tessuto abbaziale con un ingresso interno ( lateralmente, dove Ŕ l'attuale sagrestia ) arricchito da stipiti ed architrave marmorei. 

La lettura degli affreschi va quindi effettuata dall'ingresso originale (attualmente presso l'altare) verso la porta (ma che in passato rappresentava l'abside). 

VEDI ALCUNE FOTO

Le due pareti riportano scene del vecchio e del nuovo testamento (rispettivamente a sx ed a dx di chi da le spalle all'altare). L'arco che delimitava l'abside riporta il Cristo "Pantocratore" con profeti ed angeli nella faccia che guarda la navata mentr nella parte opposta vi Ŕ un'ampia scena sul tema della cacciata degli angeli ribelli.

La struttura, stando ai pareri degli esperti, dovrebbe essere il modello ispiratore o una copia riassunto di quanto presente nella Basilica Vaticana Antica. Sulle due ipotesi gli storici si accapigliano e tutto dipenderebbe dall'ingaggio prima o dopo di una certa data (seconda metÓ del 12░ o prima metÓ del 13░ secolo?) dei Maestri (scuola bizantina) che realizzarono l'opera.

Aggiornamento f. bruccoleri    Grafica  P. CerquattI

Precedente Home Su Successiva

Centro Promozione Danza

Direzione artistica Yang Yu-Lin

Via della Stazione, 95 Marcellina

Scuola di danza

Classica

Contemporanea

Moderna

Break Dance

www.cpdanza.it