LORENZO BATTAGLIA
L'articolo del 13.03.2002 sulla Gazzetta dello Sport
Arrivato a L'Aquila la scorsa stagione fortemente voluto da Stringara aveva acceso L'Aquila. Lorenzo Battaglia, il Baggio della C1, un fuoriclasse che avrebbe deliziato la platea rosso-blu, inserito in uno squadrone costruito per raggiungere al primo tentativo la serie B fu subito bloccato da un infortunio che ne compromise la preparazione e, mentre la squadra volava in campionato, ci si iniziò a domandare cosa sarebbe diventata con il suo innesto in campo. Al rientro subito segnò un gol (4-0 all'Andria) ma nelle partite successive l'attesa esplosione del n° 10 non avvenne anzi, spesso si rivelò anche dannosa per un meccanismo di gioco che lo portava ad essere addirittura un corpo estraneo alla squadra. Forse le scelte tecniche di Stringara, forse la mancata preparazione, portarono addirittura ad alcune esclusioni dalla formazione titolare ed alla delusione del pubblico aquilano che iniziò a beccarlo. Si formarono due fazioni su chi lo sosteneva e chi lo contestava anche pesantemente mettendolo sul banco degli imputati per il fallimento della stagione. Ad inizio stagione 2001-2002, durante la presentazione della squadra di Morganti, è stato pesantemente beccato dal pubblico sugli spalti che non lo voleva nella nuova L'Aquila. Ma Battaglia si era ripresentato in forma smagliante, dimagrito e scattante e già al primo allenamento fece cessare i cori di scherno. Merito di Morganti è stato quello di resistere alla piazza e di puntare tutto sulla rinascita del campione, anche Battaglia ribadiva di voler dimostrare agli aquilani il giocatore che era e, complice le ottime prestazioni in Coppa Italia i tifosi smisero di contestare e diedero tempo al fantasista. Siamo oggi alla 26° giornata di questo sofferto e duro campionato e Battaglia, pur in una squadra che lotta per non retrocedere tra contestazioni e sconfitte, ha riconquistato i suoi tifosi, le sue giocate strepitose, la sua classe, la grinta che mette in campo e che nessuno si apettava ha portato piano-piano il pubblico dalla sua parte. L'esplosione dei cori a suo favore ne sono la dimostrazione e in città si parla che di lui e delle sue giocate. Appreziamo Lorenzo Battaglia per la sua coerenza in quanto non si è smarrito lo scorso anno e non si sta esaltando ora che il pubblico lo acclama, lui preferisce far parlare il campo e dice di metterci sempre lo stesso impegno per portare L'Aquila Calcio alla salvezza, e si vede! Vai Lorenzo! L.C.
stagione squadra categoria presenze goal
99/2000 (13) Catania C1 29 8
99/2000 (10) Viterbese C1
99/2000   Savoia B
98/1999 (10) Nocerina C1 20 13
97/1998   Genoa B 3 -
96/1997   Nocerina C1 28 5
95/1996   Nocerina C1 32 9
94/1995 (11) Barletta C1 16 2
94/1995   Palermo B 8 -
93/1994   Palermo B 31 4
92/1993   Palermo C1 28 6
91/1992   Avellino B 32 2
90/1991   Avellino B 36 2
89/1990   Avellino B 14 -
88/1989   Campania C2 32 13
87/1988   Corato Int. 11 1
86/1987   Avellino A - -
85/1986   ProMatera Int. 19 1
84/1985   Noicattaro Dil. - -
83/1984   Bari C1 - -

 

ruolo: attaccante
nazionalitÓ: Italia
societÓ app: L'Aquila
data di nascita: 23/04/1968
altezza: 179 cm
peso forma: 72 Kg
piede di calcio: sinistro
posizione in campo preferita: mezza punta
scadenza contratto: 2002
   
campionati vinti: 2
ricordo + bello: Nessuno in particolare
ricordo + brutto: Nessuno in particolare
hobby: Nessuno in particolare