Mi chiamo Fabrizio e questo è un piccolo diario dove racconto brevemente i bei posti dove sono stato.
Consiglio vivamente, a chi vuole fare un viaggio in Giappone, di visitare Oita.
E' una gioia per gli occhi e per l'anima.
 

GIORNO 02/03-08-2002 - Il viaggio

Partenza da Trapani per Palermo, accompagnato da mio fratello e da mia madre. L'emozione era alle stelle. Una volta arrivato a Palermo, ho aspettato la partenza del volo per Roma Fiumicino. Sono arrivato un po' in anticipo per essere sicuro di non avere intoppi durante il tragitto.
Arrivata l'ora della partenza, ho salutato mia madre emio fratello e sono salito sull'aereo.
Arrivato a Roma, ho cominciato a cercare di orientarmi per prendere il volo per Tokyo Narita.
Ho atteso un bel pò prima di prendere il volo. Nella sala d'imbarco c'erano tantissimi Giapponesi che facevano ritorno a casa. Una volta salito sull'aereo ho subito notato la bellezza dell'aereo JAL. TV LCD su ogni poltroncina con comandi per vedere film, sentire musica o giocare con dei videogiochi.
Il viaggio sarebbe stato lungo e quindi bisognava pur svagarsi con qualcosa.
In volo ho dormito pochissimo perchè ero un po' teso. Era la mia prima volta che affrontavo un viaggio in aereo così lungo. Comunque l'aereo JAL era abbastanza comodo e le 12 ore di viaggio sono passate bene.
Arrivato a Tokyo Narita la mia emozione e' stata grande e in mente mia ho pensato "Finalmente sono qui! Sono in Giappone!" Ero davvero molto felice di essere arrivato.
Fatte tutte le operazioni di sbarco, sono andato ad aspettare il volo che da li' mi avrebbe portato a Fukuoka e poi da Fukuoka sarei andato ad Oita in auto con la persona che mi ospitava.
Asono
Ad Asono ho assistito ad una festa tipica del luogo con tanto di balli e costumi tipici. E' stato davvero emozionante e molto suggestivo. Le parole non possono descrivere la suggestività di questo tipo di feste. Bisogno davvero andare a vederle di persona per apprezzarne l'essenza.
Foto 1 - Foto 2
Mikoshi
Ho assistito anche al passaggio del Mikoshi nel quartiere dove risiede la casa in cui venivo ospitato. Si tratta di un piccolo tabernacolo che viene portato in processione dai ragazzini dl quartiere. Durante la processione, tutti gli abitanti del quartiere regalano un po' di soldi che vengono raccolti in una cassetta. Questo denaro servirà per il mantenimento e le piccole riparazioni di cui il quartiere ha bisogno. E' molto caretteristico e divertente da vedere, e sentire i bambini che gridano portando il Mikoshi in giro.
Foto 1 - Foto 2 - Foto 3
Beppu
Beppu è una cittadina che è situata poco a nord di Oita. E' molto famosa per le sue terme. Nelle terme, oltre alle vasche d'acqua calda, ci sono anche delle casette al cui interno viene raccolta una polvere usata per le cure termali. Ho avuto modo di entrare in quelle calde acque e devo dire che non ho mai provato niente di simile. Semplicemente meravigliosa quella sensazione di calore che danno. Ma non e' solo una questione di calore. E' anche la composizione chimica di quelle acque a renderle speciali.
Ho anche mangiato delle uova cotte con quell'acqua calda. Davvero deliziose!
Molto belli e suggestivi i giardini che circondano i laghetti bollenti di cui uno ha l'acqua proprio di color rosso! Beppu oltre alle zone termali, è anche conosciuta come località balneare essendo proprio al contatto col mare. Un po' come Trapani!
Foto 1 - Foto 2 - Foto 3 - Foto 4
continua...