Monumento ai Caduti
Il monumento ai caduti della Grande Guerra, collocato in Piazza del Popolo il 6 Novembre 1932, rientra nel novero delle opere realizzate successivamente al primo conflitto mondiale, con l'intento di perpetuare il ricordo dell'impresa che aveva richiesto alla nazione, e quindi anche a Resuttano, un immane sacrificio, in termini sia di vite umane che di disagio generale. Tali iniziative presero il via immediatamente dopo Vittorio Veneto (3 Novembre 1918): il 10 Novembre, infatti, l'Arciprete Costantino Stella celebrava una funzione religiosa di ringraziamento "per la gloriosa vittoria delle nostre Armi", mentre nello stesso giorno si riuniva il Consiglio Comunale, approvando un provvedimento che avrebbe dovuto cambiare la denominazione delle principali piazze e vie del paese, al fine di scolpire nella memoria collettiva luoghi e uomini legati all'impresa gloriosa. Ad esempio, quella che era Piazza del Popolo avrebbe dovuto chiamarsi, da quel momento, Piazza Wilson, anche se le successive amministrazioni rimasero sostanzialmente indifferenti a tale deliberazione, continuando a citare la piazza con la denominazione originaria, anche in documenti ufficiali.
Nel 1923, in ottemperanza alle circolari trasmesse dal Regio Provveditore, l'amministrazione Manasia metteva a dimora 60 alberi contraddistinti da targhette: nasceva il Parco della Rimembranza.
Il monumento ai caduti rappresenta l'ultimo atto di questa campagna a favore della memoria del 1918. Fu l'allora Podestà, geom. Antonino Menotti Rodanò, a costituire il Comitato pro Monumento. L'opera fu realizzata per contribuzione volontaria, alla quale parteciparono anche i resuttanesi della "Società M.S. nativi di Resuttano" di New York.
Del monumento, che fino alla fine della II Guerra Mondiale dominò Piazza del Popolo, rimane oggi solo la statua, recentemente restaurata, e attualmente conservata nei locali del Palazzo Municipale.

Piazza Matteotti
Costruito nel 1972 per volere dell'allora sindaco Salvatore Costanzo, il monumento in memoria ai caduti si trova in piazza Matteotti. Da questa piazza, che domina la vallata sottostante la collina, è possibile ammirare il belvedere. In essa si svolgono i comizi durante la campagna elettorale, e si celebra il 4 Novembre.