REGOLE DEL GIUOCO CALCIO

A CINQUE

Decisioni I.F.A.B. Decisioni F.I.G.C

REGOLA 12

 

Home Home | Regola 1 | R.2 | R.3 | R.4 | R.5 | R.6 | R.7 | R.8 | R.9 |  R.10 | R.11 | R.12 | R.13 | R.14 | R.15 | R.16 | R.17 | R.18 |

FALLI E SCORRETTEZZE

REGOLA

1) Un calciatore che commetta intenzionalmente uno dei seguenti undici falli:

a) dà o tenta di dare un calcio ad un avversario;
b) fa uno sgambetto ad un avversario, cioè lo fa cadere o tenta di farlo cadere, sia usando le gambe sia curvandosi davanti o dietro di lui;
c) salta su un avversario;
d) carica un avversario in modo violento e pericoloso,
e) carica da tergo un avversario;
f) colpisce o tenta dì colpire un avversario oppure sputa contro di lui;
g) trattiene un avversario;
h) spinge un avversario;
i) carica un avversario con la spalla;
j) scivolare nel tentativo di giocare il pallone quando questo è in possesso dell'avversario o quest'ultimo sta tentando di giocarlo (contrasto scivolato);
k) tocca il pallone con la mano, cioè lo porta, lo colpisce o lo lancia con la mano o con il braccio (questa norma non si applica al portiere che si trova all'interno della propria area di rigore);

deve essere punito con un calcio di punizione diretto, accordato alla squadra avversaria nel punto in cui è stato commesso il fallo.

Se un calciatore della squadra difendente commette intenzionalmente, all'interno della propria area di rigore, uno dei suddetti undici falli, deve essere punito con un calcio di rigore, indipendentemente dalla posizione del pallone, se lo stesso è in giuoco.

2) Un calciatore che commette uno dei seguenti quattro falli:

1) giuoca in modo considerato dall'arbitro pericoloso, per esempio tenta di calciare il pallone quando questo è in possesso del portiere;

2) fa intenzionalmente ostruzione, cioè non giocando Il pallone si interpone tra lo stesso ed un avversario, costituendo per questi un ostacolo;

3) carica il portiere, salvo quando questi si trovi fuori dalla propria area di rigore;

4) quando giuocando da portiere:
a) spossessandosi del pallone con le mani, non lo fa toccare o giuocare da un altro giuocatore, ovvero non gli fa toccare il suolo all'interno della propria metà campo, sarà punito con un calcio di punizione indiretto accordato alla squadra avversaria e calciato da qualsiasi punto della linea mediana;

b) tocchi o controlli il pallone con le mani (nella propria area di rigore) dopo che questo gli sia stato volontariamente passato da un compagno di squadra;
c) tocchi o controlli con le mani (nella propria area di rigore) il pallone passatogli direttamente su una qualsiasi ripresa di gioco, effettuata da un compagno di squadra;
d) tocchi o controlli il pallone con le mani o con i piedi, in qualsiasi parte del campo per più di quattro secondi;
e) dopo essersi spossessato del pallone, lo riceve di ritorno da un compagno, toccandolo o controllandolo, prima che abbia superato la metà del terreno di giuoco ovvero sia stato toccato da un avversario;

deve essere punito con un calcio di punizione indiretto, accordato alla squadra avversaria nel punto in cui è stata commessa l'infrazione, salvo che questa non sia stata commessa da un calciatore difendente all'interno dell'area di rigore. In questo caso il calcio di punizione dovrà essere battuto da un punto, sulla linea dei 6 metri, il più vicino possibile a quello dove è stata commessa l'infrazione.

3) Un giuocatore deve essere ammonito se:
a) effettuando una sostituzione "volante" entra nel rettangolo di giuoco prima che il compagno sostituito ne sia uscito oppure entra da una parte diversa dalla "zona delle sostituzioni";
b) trasgredisce ripetutamente le Regole del Giuoco;
c) manifesta, con parole o con gesti, di dissentire da una qualsiasi decisione arbitrale;
d) si rende colpevole di condotta scorretta.

Per una qualsiasi delle suddette infrazioni gli arbitri devono accordare un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria, da battersi nel punto in cui è stata commessa l'infrazione, salvo che non si trovi nell'area di rigore. In tale caso il calcio di punizione deve essere battuto dalla linea dei 6 metri, nel punto più vicino a quello in cui si trovava il trasgressore. Tale sanzione viene inflitta in aggiunta all'ammonizione prescritta, a meno che non sia stata commessa una infrazione di maggiore gravità alle Regole del Giuoco.

4) Un calciatore deve essere espulso dal terreno di giuoco se, a giudizio degli arbitri:

1) si rende colpevole di condotta gravemente scorretta;
2) si rende colpevole di condotta violenta;
3) pronuncia frasi ingiuriose o volgari;
4) è passibile di una seconda ammonizione.

Se il giuoco viene interrotto per espellere un calciatore colpevole delle infrazioni di cui ai punti 3) e 4) senza che siano state commesse altre infrazioni alle Regole del Giuoco, la gara deve essere ripresa con un calcio di punizione indiretto dal punto in cui si trovava il pallone, salvo che lo stesso si trovasse nell'area di rigore. In tale caso il calcio di punizione indiretto deve essere battuto dalla linea del 6 metri, nel punto più vicino a quello in cui si trovava il calciatore colpevole.

Decisioni I.F.A.B.

Se a giudizio degli arbitri un calciatore si dirige verso la porta avversaria con la evidente opportunità di segnare una rete e ne viene intenzionalmente impedito con mezzi illeciti, cioè con un fallo punibile con un calcio di punizione diretto (o rigore), privando così la squadra del calciatore attaccante della predetta opportunità di segnare una rete, il calciatore colpevole deve essere espulso per condotta gravemente scorretta.

Se a giudizio degli arbitri un calciatore, tranne il portiere nella sua area di rigore, priva la squadra avversaria di una rete o della evidente opportunità di segnarla, toccando intenzionalmente il pallone con una mano, deve essere espulso per condotta gravemente scorretta.

Il calciatore espulso non può più prendere parte alla gara e non può sedere sulla panchina dei sostituti.

La sua sostituzione può essere effettuata dopo 2 minuti dalla espulsione ovvero dopo la segnatura di una rete. In quest'ultimo caso dovranno essere osservate le seguenti modalità:
a) se le squadre stanno giocando 5 calciatori contro 4 e la squadra in superiorità numerica segna una rete, la squadra con 4 calciatori potrà essere completata,-
b) se le squadre stanno giocando 4 calciatori contro 4 e una rete viene segnata, le due squadre possono essere completate;
c) se le squadre stanno giocando 5 calciatore contro 3 ovvero 4 contro 3 e la squadra in superiorità numerica segna una rete, la squadra con 3 calciatori potrà includerne uno;
d) se le squadre stanno giocando 3 calciatori contro 3 ed una rete viene segnata le due squadre possono includerne uno;
e) se la squadra in inferiorità numerica segna una rete il giuoco proseguirà senza modifiche.

Il controllo dei 2 minuti di penalità sarà effettuato dal cronometrista ovvero, in caso di sua assenza, dal Secondo arbitro.

Il calciatore che entra in campo per sostituire un calciatore espulso dovrà farlo a giuoco fermo o con il consenso degli arbitri.

Decisioni F.I.G.C.

In relazione al punto 3 lett. a) della presente regola, l'infrazione, nel caso di errata sostituzione volante, deve intendersi commessa nel punto in cui si trovava il pallone al momento dell'interruzione del giuoco da parte degli arbitri.

 
REGOLE DEL GIUOCO CALCIO