Sardigna Natzione - Indipendentzia

pro s'indipendentzia de sa natzione sarda - Logu web uffitziale de S.N.
Home ] Su ] [ BoeM ] AsproniM ] Remunida imprenta ]

 

MENU DE PAZINA punghide supra su numene pro intrare in sa pazina chi bos agradat

Pazinas disponibiles

Cucca

ditzionariu.gif (2174 byte)

 

TOTU IMPARE PRO SA INDIPENDENTZIA DE SA NATZIONE SARDA

Est arribada s'ora de cumintzare sa bardana pro torrare sa Sardigna a sos Shardanas

Sa tzerachia batut miseria sa suverania batut prosperidade

Tzeladu su ventu sardista si pesat su ventu de s'indipendentzia

  novas/attividades

  Torra a Buscadore                                        Littera de Matheu Boe

PRO SOS DERETTOS DE SOS FRADES PRESOS

SPOLETO 17/4/2001

Innanzitutto mi scuso per adoperare la lingua dei nostri colonizzatori, ma ne sono costretto per evitare tempi quasi biblici che ne deriverebbero se lo facessi in sardo, dato che sono sottoposto a censura a causa del 41 bis . E’ da tanto tempo che riflettevo se scrivervi o meno, ma dopotutto penso che sia necessario, per tutti quelli che vogliono lottare per l’indipendenza della nostra patria, instaurare un dialogo per cercare di unire tutte le nostre residuali forze per tentare, se non di scardinare l’abbraccio mortale del serpente italiano, almeno di resistere attivamente in attesa di costruire qualcosa di pi¨ incisivo.

Per costruire tale fronte di lotta nessuna energie deve essere sprecata , ognuno a cui sta a cuore il futuro della nostra Natzione deve dare il suo attivo contributo senza sprecare forze e tempo in diatribe interne sterili dal lato della costruzione di una politica unitaria indipendentista.

Considerando l’azione vertiginosa del processo di distruzione della nostra identitÓ come etnia e popolo portata avanti da una politica generale di omologazione mondialista, non Ŕ pi¨ derogabile una politica unitaria natzionalista, lasciando da parte le varie pecularietÓ individuali e  come soggetti politici che ci caratterizzano aldilÓ del sentimento sardista generale.

alcuni mesi fa scrissi una lettera, in sardo, da pubblicare nell’Unione Sarda, la pubblicazione non c’Ŕ stata e aspetto ancora , forse inutilmente, che su mia richiesta consecutiva, me la rispedissero indietro . Riuscendo a recuperarla potrei spedirvela . Oltre ad una generale ma sintetica analisi politica sardista conteneva pure un messaggio di solidarietÓ nei vostri confronti ( giorni prima da un canale televisivo privato venni a sapere di un processo aperto nei vostri confronti durante il quale avete subito una ulteriore denuncia per avere voluto esprimervi in sardo in udienza ). Per ora non voglio aggiungere altro . Con questo scritto, tanto per concludere, offro tutto il mio appoggio morale ad una sincera lotta indipendentista e do tutta la mia disponibilitÓ ( sia pure nei ristrettissimi spazi che mi sono concessi ) per portare avanti il vessillo della nostra libertÓ.

Ma Ŕ possibile che in tutta la Sardegna non ci siano pubblicazioni periodiche indipendentiste?

Firmato   Matheu   Boe