Campidano

 

Il Campidano non ha forse nulla a che vedere con la roccia, è solo una lunga striscia verde che attraversa diagonalmente la pane meridionale della Sardegna. Tuttavia diverse falesie assai interessanti si affacciano alla pianura e questa caratteristica è forse la sola cosa che le accomuna... Dal calcare di Cala Fighera, falesia "cittadina" per eccellenza, al granito lavorato di Villacidro sino al basalto stratificato di Monte Arci, c'è n'è davvero per tutti i gusti! La lontananza tra loro dei centri proposti non permette forse visite in sequenza come in altre zone della Sardegna, anche se la SS 131 permette di spostarsi assai velocemente. Tuttavia è meglio, si può così capire appieno l'anima di ogni luogo ed apprezzarlo per le "diversità" che sa offrire, rispetto a Isili o all'Iglesiente. In questo contesto si può dire che M. Arci offre veramente la roccia più originale della Sardegna, proponendo un'arrampicata su basalto tutto sommato solido e adatto alle alte difficoltà:
altrove, infatti, non troviamo purtroppo queste caratteristiche. Anche Villacidro si merita una visita per le particolarità inedite della sua arrampicata: sebbene infatti sia una delle prime zone in cui si è arrampicato nel cagliaritano e non certo l'unica ad offrire il granito come supporto, solo qui si è riusciti a coniugare arrampicata sportiva con una roccia che mal si presta alle alte difficoltà.

Situazione: i settori di arrampicata del Campidano presentano diverse caratteristiche e sono tutti distanti tra loro. 

Accesso stradale: la SS. 131, principale arteria dell'isola, permette di arrivare a poca distanza da ogni parete, come si deduce dalla cartina. 

Punti d'appoggio: chi desidera usufruire di alberghi ne potrà trovare a Cagliari, a Oristano o a Sanluri. Nella stagione estiva vi sono campeggi nella zona di Oristano, o a Cagliari in località Capitana. Notizie utili: per la bellezza del paesaggio si consiglia la visita in primavera ed autunno.

Consigli per un sano divertimento: se soffia un vento insopportabile solo Cala Fighera e (in parte) Monte Arci sono agibili, mentre le altre pareti sono esposte al vento freddo dei quadranti settentrionali. Cala Fighera è in genere il posto più caldo, Villacidro quello più freddo. Se piove a intermittenza è possibile arrampicare su alcune vie di Monte Arci. La roccia di questa falesia risente meno dell'umidità e quindi con tempo umido è più frequentabile dell'Iglesiente. Se fa troppo caldo i settori migliori sono quelli di Villacidro (nel pomeriggio) o Monte Arci (dopo le 15). Se avete fame o sete recatevi nel più vicino paese, non dimenticando che i negozi chiudono dalle 13 alle 17 e che i bar non sempre sono provvisti di panini.

Source ESIT


La mappa del Campidano

 

 

 

 

 

 


Foto non disponibile


Foto non disponibile


Foto non disponibile

Foto non disponibile