La Scuola Media Andrea Mandelli sita in via Bonomi 1/3 a Milano è attiva dall'anno scolastico 2001/2002 e fa parte di un complesso scolastico organizzato verticalmente per gradi di scuola, sito in ambito territoriale compatibile con la continuità.

La Scuola Media ha inoltrato domanda di riconoscimento legale in data 28/8/2001.

Nell'anno scolastico 2001-2002 nella scuola è presente un'unica classe a cui sono iscritti 26 alunni senza discriminazione di cultura o credo religioso.

La scuola propone una concezione unitaria del sapere attraverso il lavoro didattico che tiene conto:

1- della centralità di alcune discipline ritenute fondamentali per la loro valenza educativa rispetto ad altre che sono sviluppate come possibilità di arricchimento delle doti di ciascun ragazzo e in base alla reale utilità nello svolgimento di quelle fondamentali.

Chi Siamo

 

2- dell'acquisizione di un metodo di studio che si declina attraverso le caratteristiche proprie delle singole discipline.

La Società cooperativa a responsabilità limitata denominata ANDREA MANDELLI Soc. Coop. a r.l. è stata costituita il 16 aprile 1991 ed ha sede in Milano via Pavoni 10.2.
La finalità che ha portato alla costituzione della Soc. Coop. Andrea Mandelli a r.l. è di realizzare una scuola educativa e pubblica in continuità con l'azione educativa della famiglia. La scuola infatti favorisce l'approfondimento dei valori ricevuti, stimola la loro verifica critica e apre all'orizzonte ampio della realtà, nella convinzione che l'educazione avviene nel rapporto con una esperienza umana che si serve dell'istruzione come strumento.
Nell'intento della Soc. Coop. Andrea Mandelli a r.l., la Scuola Elementare e la Scuola Media Andrea Mandelli che aderiscono alla F.O.E. (Federazione Opere Educative) sono una struttura educativa che mira alla formazione umana, culturale e sociale dei giovani, in rapporto con la formazione famigliare e nell'ambito specifico dell'attività didattica e culturale, proponendosi di approfondire e sviluppare un processo educativo unitario, nella consapevolezza della propria identità culturale e valenza pubblica.