CHIRURGIA NON ABLATIVA - Blefaroplastica non Ablativa - Interventi Medici con risultati superiori alla Chirurgia -  www . Chirurgia non ablativa . it -  Interventi di Chirurgia Dermatologica senza  punti e senza iniezioni di anestetici o farmaci.  

SENZA RISCHI - SENZA INIEZIONI - SENZA PUNTI - SENZA SANGUINAMENTO

 |   BLEFAROPLASTICA    |   VOLUMETRIE VISO LABBRA   |   MACCHIE CUTANEE   |   RUGHE   |  ACNE  XANTELASMI  |

 | HOME | anestesia | capillari | cellulite | chirurgia-non-ablativa | cicatrici da acne | cisti sebacee | elettrologia | ettrochirurgia

 | ialuronico | lipo-scultura | nei-e-fibromi | ossigeno-frax | plexr | rughe-plexr | smagliature | tatuaggi | verruche | vibrance |

CHIRURGIA NON ABLATIVA
La Chirurgia non Ablativa nasce nel 1989 da una intuizione innovativa del dottor Giorgio Fippi, dettata dall’esigenza di intervenire su alcune patologie cutanee e inestetismi, senza ricorrere a tecniche cruente; evitare di dover eseguire gli interventi solo in strutture sanitarie adeguate dato il rischio connesso agli interventi condotti con la chirurgia tradizionale; con gli anni la tecnica, grazie all’impegno del suo ideatore, si è evoluta ed ampliata investendo la quasi totalità degli interventi di chirurgia dermatologica e medicina estetica. Sulla spinta emotiva dei medici che praticano questa tecnica è nata la Società Italiana di Medicina e Chirurgia Non Ablativa con Presidente lo stesso ideatore della metodica il dottor Giorgio Fippi.
La Chirurgia non ablativa ha come obiettivo quello di evitare di incidere o tagliare la cute, evitare anestesie con ago e siringa, evitare punti di sutura, evitare l'uso di cerotti e ridurre al minimo il disagio del paziente e il rischio professionale del chirurgo.
Questa è una nuova branca della Medicina e della Chirurgia Estetica ideata, sviluppata e ogni giorno perfezionata dal prof. Giorgio Fippi e dai Medici e Chirurghi che lo aiutano a ottimizzare ogni tipo di intervento ciascuno adattando la tecnica alla propria branca specialistica.
E' stata perfezionata grazie alla evoluzione tecnologica al fine di evitare i rischi e le complicanze connessi agli interventi condotti con le tecniche tradizionali; ma talvolta è praticata con apparecchi obsoleti o, ancor peggio, spacciati per essere idonei alla Chirurgia non Ablativa come laser, folgoratori, radiobisturi e felc.
Interventi fino ad oggi impensabili senza ricorrere alla sala operatoria e alla chirurgia (blefaroplastica non ablativa, lifting, asportazione di neoformazioni) sono oggi possibili grazie alla Chirurgia non Ablativa con le tecniche del prof Fippi e con le apparecchiature da lui ideate e fatte realizzare allo scopo.
La Chirurgia non Ablativa Epidermica non coinvolge mai lo strato papillare del derma, mentre con la Chirurgia non Ablativa dermica si modifica il derma senza provocare fibrosi e senza incidere o mettere punti.
Chirurgia non Ablativa" è Proprietà Intellettuale del Prof. Giorgio Fippi dal 1990, come documentato da:
1) Articoli pubblicati su Riviste del settore e Rotocalchi divulgativi
2) Tesi discusse ai Master di Medicina e Chirurgia Estetica nei quali il Prof. Fippi è docente e Relatore delle tesi stesse
3) Testi di Elettrochirurgia e Elettrologia Medica di cui il Prof. Fippi è Autore
4) Materiale didattico e Appunti adottati nelle Università e nei Master Universitari depositati alla S.I.A.E. e coperti da diritti d'autore.
5) DVD, CD, Siti Internet e supporti informatici e cartacei dove si divulgano le tecniche di Chirurgia non Ablativa, la Blefaroplastica non Ablativa, i lifting e i minilifting non ablativi, e tutti gli interventi di Plexr Chirurgia al Plasma a firma dell'ideatore prof. Giorgio Fippi.
Il nome Plexr è Marchio depositato e lo strumento è coperto da brevetto internazionale e certificato a livello Europeo.
Quanto sopra esposto è tutelato dalle leggi sul copyright, dalle leggi sui diritti d'autore e dalle disposizioni dei trattati internazionali. (usa queste parole chiave per documentarti).
Le uniche apparecchiature per la chirurgia non Ablativa sono: il Plexr, Il Vibrance (NEEDLE SHAPING e OFF (onde a flusso frazionato).
Qualunque altro apparecchio, non rispetta i canoni per una corretta Chirurgia non Ablativa secondo quanto realizzato per questa Tecnica dal Prof. Giorgiop Fippi...
.
blefaroplastica non ablativaBLEFAROPLASTICA NON ABLATIVA
Nella foto a sinistra una blefaroplastica non ablativa con la tecnica per micro spot senza traumi o rischi di intervento.
Risultato di quattro sedute di plexrchirurgia non ablativa - Risultato superiore all'intervento tradizionale in quanto non asportando tessuto non  si hanno cicatrici. ATTENZIONE il Plexer e la Chirurgia non Ablativa al Plasma, come insegnato nei corsi dall'Ideatore della metodica, NON prevedono iniezioni di anestetico o punture di qualsiasi tipo!!!
 
Per Informazioni aggiornate e le date dei Corsi di Chirurgia non Ablativa gratuiti ma con prenotazione obbligatoria   cliccare su www.fippi.net e su www.simecna.it

lifting senza chirurgia: come?Appunti03.jpg (34361 byte)LIFTING SENZA CHIRURGIA
Cute rilassata del collo, trattata in una sola seduta con la tecnica del dottor Fippi. (non si deve incidere la cute, non si devono mettere punti, non si deve fasciare la parte con bende o cerotti e non si deve iniettare nulla)
Si faranno sublimare solo le cellule morte dello strato corneo superficiale in punti grandi al massimo mezzo millimetro quadrato e sparati l'uno dall'altro da una superficie uguale a quella dell'area sublimata. (il risultato che si vede nella foto è di una sola seduta trascorsi 28 giorni)
Link utili:  www.fippi.net  www.simecna.it web.tiscali.it/bodylook  www.plexr.it  www.felc.it   

wpe1.jpg (14485 byte)La vera novità consiste nell’evitare nel modo più assoluto l’iniezione di farmaci o l’inserimento di protesi, ottenendo ugualmente l’aumento di volume desiderato ma con risultati estremamente armonici e naturali.
Una valida alternativa al lipofilling, allo jaluronico ed alla tossina botulinica con risultati duraturi nel tempo e senza alcun rischio per la salute.

Plexr®  Chirurgia non Ablativa (Chirurgia non Ablativa al Plasma è proprietà intellettuale del dott. Prof. Giorgio Fippi) - Il Plexr® è il solo ed unico strumento idoneo ad effettuare gli Interventi di Chirurgia Non Ablativa secondo le indicazioni dell’ideatore Prof. Giorgio Fippi Presidente della Società Italiana Medicina Estetica Chirurgia Non Ablativa 
Gli unici siti che garantiscono una corretta informazione sono: www.chirurgianonablativa.it  ; www.fippi.net  ; www.gruppogmv.com ; www.plexer.it ; www.simecna.it 
La GMV s.r.l. e il Prof. Giorgio Fippi sono gli unici ideatori e creatori del 
vero PLEXR®
Tecnologia esclusiva ed innovativa
Apparato coperto da brevetto
Documentazione Universitaria con esami istologici
Metodica coperta da copyright
Marchio registrato
Apparecchio Certificato CE (0434) 
PUNTI DI FORZA
• Principio di funzionamento: generazione di plasma secondo uno schema 
originale realizzato in modo esclusivo.
• Dispositivo totalmente wireless, pratico ed ergonomico
• Set di tre manipoli con tre differenti potenze
• Emissione costante del segnale in uscita, calibrato e regolato per non 
danneggiare il sottocutaneo (metodica non invasiva, vedi esami istologici 
Universitari - www.chirurgianonablativa.it )
• Innovativo sistema di carica senza fili con controllo automatizzato del 
livello della batteria
• Batteria affidabile di lunga durata con visualizzatore dello stato di carica 
a LED controllato elettronicamente
• Stazione wireless di ricarica a batteria, portatile e maneggevole, con un’
autonomia di lunga durata
• Metodica esclusiva in continua evoluzione
Xantelasma prima e dopo interventoXANTELASMI SENZA INTERVENTO CHIRURGICO
Sono quelle lesioni giallastre che tendono ad invadere sia le palpebre superiori, sia le inferiori. L’intervento con il Plexr è incruento, affidabile e sicuro, di facile attuazione e privo di rischi per il paziente.
Non da recidive nell'area trattata e non si hanno retrazioni o avvallamenti.
Non si devono fare iniezioni, la parte non deve sanguinare  ed il post trattamento prevede solo l'applicazione sull'area trattata, non nell'occhio, di un collirio a base di benzalconio cloruro.
Nella seduta di controllo, dopo 28 giorni, se necessario si elimineranno eventuali parti non trattate.
mangialaio-marco2222.gif (1188927 byte)Questo slide a destra, evidenza la professionalità e la competenza del collega Marco Mangialaio nell'aver trattato una profonda depressione del fianco destro di una ragazza utilizzando la tecnica del Needle Shaping mediante le tre correnti del VIBRANCE fin'ora usata per le labbra e gli zigomi.
Da notare che non è stato usato nessun materiale per ricostruire i tessuti mancanti a causa dell'intervento subito, ma solo il nostro ago che grazie alla miscelazione delle tre forme d'onda erogate sull'ago, consente di ricostruire i tessuti mancanti senza creare fibrosi. La fibrosi e uno dei danni più frequenti che la Nostra Chirurgia Non Ablativa sia dermica che epidermica, combatte con estremo rigore, evitando nel modo più assoluto che possa formarsi nei tessuti trattati. Veramente complimenti al Collega per lo splendido risultato ottenuto. IL PLEXR Medical Device b- CE-0434 - DNV - Devices for Dermatological and Plastic Microsurgery
labbra senza fillersei mesi dopo senza  fillerLABBRA PRIMA DEL TRATTAMENTO (a sinistra) e dopo (foto di destra)
Naturalmente, nelle aree donatrici, il tessuto si rigenera perfettamente dato che le fibre stirate del sottocutaneo non sono state danneggiate o asportate, ma solo assottigliate.
È l'insieme di tanti piccoli filamenti che ci permette di ottenere questi risultati.
Durante la seduta di needle shaping, invito sempre ad osservare il risultato ottenuto appena allontanato il micro ago dalla parte, perché quello sarà il risultato che si avrà a distanza di giorni o mesi.
Infatti trascorsi altri tre o quattro minuti, la parte apparirà più gonfia a causa dell'irritazione dei tessuti determinata dal passaggio dell'ago.
Aumento volumetrico del derma mediante aghi elettrodo, senza introdurre materia.
Questa tecnica che ho chiamato NEEDLE SHAPING è utilizzata da tutti i Medici Vibrance (clicca sul collegamento a sn per trovare quello più vicino) per la  Ricostruzione Volumetrica Autologa.

Blefaroplastica, Lifting viso e collo, Chirurgia non ablativa, chirurgia non invasiva, Cicatrici da acne , Macchie della pelle, Lifting glutei - Cicatrici acne, Xantelasmi, Rughe senza filler, Labbra senza filler, Biorivitalizzazione

macchie della pelle senza acidi e senza laserMACCHIE CHIARE DELLA PELLE E MACCHIE SCURE SUL VISO E MANI
Il grosso capitolo delle macchie cutanee e delle discromie e quello che meglio fa apprezzare la Chirurgia non Ablativa per sublimazione dei tessuti epidermici operata dal plasma ( gas ionizzati dell'aria) e realizzata grazie al Plexer.
La tecnica da eseguire è quella "Spray" in quanto se operassimo a con la tecnica "Spot" come visto per la Blefaroplastica non Ablativa, avremmo un accorciamento con aumento di spessore della parte trattata.
Una volta escluse dal trattamento tutte le lesioni a rischio, potremo trattare allo stesso modo sia le iperpigmentazioni epidermiche sia quelle dermiche.
La sola differenza consisterà nel fatto che le iperpigmentazioni dermiche dovranno essere ritrattate per un numero di volte proporzionale alla loro profondità.
Estetica del corpo: Altre metodiche efficaci che ho messo a punto e verificate in tanti anni ottimizzandole, depositate come metodiche a mio nome e registrate alla S.I.A.E. e oggetto di brevetti di innovazione e di modelli d'utilità potete trovarle sul sito: http://web.tiscali.it/bodylook  oppure su http://www.estetologa.altervista.org 
Nel riquadro a sinistra le diapositive delle lezioni di bio elettrologia; per sfogliarle usare le frecce da tastiera o cliccarci sopra con il mouse.La Chirurgia non Ablativa è una tecnica di chirurgia dermatologica semplificata che si pratica mediante tre diversi apparecchi:
Il primo di questi il Plexer, consente di far sublimare la parte trattata senza causare danni ai tessuti circostanti e senza oltrepassare o traumatizzare lo strato papillare del derma.
Il nome deriva dalla contrazione dei termini Plasma (stato ionizzato dei gas) ed Exeresi.
Questa tecnica è nata dalla necessita di intervenire su patologie o inestetismi, dove risulta difficoltoso l’utilizzo del laser (per il coefficiente di riflessione o di assorbimento) o del diatermocauterio(per la bassa conduttanza elettrica del tessuto).
Discheratosi ed altre lesioni antiestetiche o francamente patologiche con tessuti scarsamente conduttori sono difficili da trattare sia con la diatermochirurgia sia con il Laser. 
La corrente diatermica dei Radiobisturi, segue il percorso elettrico più breve, generando calore nei tessuti a maggior conducibilità costringendoci ad aggredire le neoformazioni discheratosiche dai lati, rischiando avvallamenti e discromie non desiderate.
Con alcuni Laser saremmo costretti ad utilizzare dei coloranti (cromoforo) per trattare lesioni povere d’acqua o francamente acromiche, dal momento che alcuni laser agiscono per complementarietà di colore.
Con i Laser all’infrarosso che agiscono su tessuti ricchi in acqua, trattando delle discheratosi si distruggeranno i tessuti sottostanti la lesione rischiando, come per i radiobisturi, avvallamenti e discromie.
Con il PLEXR l’incremento termico per effetto Joule coinvolgerà unicamente i tessuti più esterni sublimando sia su tessuti cattivi conduttori sia su tessuti normoconduttori (macchie cutanee, nevi, condilomi, fibromi, rughe, verruche, nevi ecc.), senza causare avvallamenti, discromie, e, molto importante, senza dover usare anestetici, tranne che per particolari tipologie d’intervento.
La parte trattata, inoltre, raffreddandosi automaticamente per evaporazione dei liquidi lesionali durante l’intervento (nel caso di patologie a conduttanza termica uguale a quella dei tessuti sani), non surriscalda i tessuti circostanti, evitando danni ai tessuti perilesionali.
Il secondo apparato Utilizzato per le teleangiectasie e per la distruzione parcellare del tessuto adiposo è l’off.
OFF è l'acronimo di Onde a Flusso Frazionato e grazie a una intuizione geniale dell'ingegner Millevolte si avvale di un impulso particolare per modulare il segnale in uscita.
OFF è un nuovo apparecchio totalmente senza elettrodo di massa, anch'esso alimentato a batterie e dotato di un pratico display a colori Touch Screen.
Si possono facilmente variare, se necessario, tutti i parametri di programmazione per le nostre onde a flusso frazionato e a potenza progressiva.
Usando questi semplici accorgimenti siamo riusciti a ridurre ed in certi casi abolire la piccola sensazione di fastidio che si percepisce trattando i piccoli capillari sulla pelle.
OFF è nato per soddisfare tutti i parametri utili per effettuare correttamente la Chirurgia non Ablativa.
Le teleangiectasie, così come alcuni vasi di calibro superiore, possono essere trattate, oltre che con la classica terapia sclerosante, sia con il laser che con la radiofrequenza.
Alcune teleangiectasie estremamente sottili, sono difficili da incannulare per cui spesso l’angiologo, inietta la soluzione sclerosante intorno ai piccoli vasi, ottenendo l’effetto sclerosante ancor più sui capillari sani presenti nella zona.
Anche il laser, come il felc, presenta delle difficoltà per gli stessi motivi, come già detto in precedenza parlando di teoria.
Tipico dei laser vascolari, erbium e argon, il fatto di lasciare una linea scura al posto del vaso a causa della coagulazione dell’emoglobina intravasale, cosa che non avviene con OFF in quanto il vaso si svuota del suo contenuto e le pareti aderiscono tra loro.
Possiede un solo manipolo a cui si applica un puntale idoneo, a punta ogivale atto a toccare la cute senza penetrarvi.
E' proprio nella non invasività del macchinario, nella sua trasportabilità, nel fatto di non essere attaccato alla rete elettrica, nel non possedere il classico elettrodo da tenere in mano o da applicare alla piastra paziente che lo rende unico nel suo genere.
La tecnica si opera agendo in senso centripeto rispetto alla circolazione ematica all’interno del vaso.
Si posizionerà il puntale idoneo per calibro lateralmente al vaso, senza scalfire minimamente la cute, mai sul decorso del vaso.
Il puntale non deve assolutamente entrare nel vaso.
In questo modo si otterrà una coattazione del capillare che si svuoterà del suo contenuto ematico, permettendo di ottenere un risultato immediato.
Nato per la distruzione di piccole zone di tessuto adiposo, è insostituibile per le teleangiectasie.
Solo con un apparecchio particolare in grado di generare un impulso a potenza progressiva si possono ottenere dei risultati splendidi intervenendo solo sui vasi sofferenti, risparmiando quelli circostanti.
Terzo apparato, il NEDDLE SHAPING: ricostruzione volumetrica autologa del viso e del corpo.
Per il NEEDLE SHAPING, la “ricostruzione volumetrica autologa”, si utilizza un apparato in grado di erogare una corrente programmabile nei parametri fondamentali (Pulse Width e Pulse Repetition Rate) miscelata con una corrente galvanica ad alta tensione e limitata in corrente. Si potrebbe anche miscelare a queste due correnti una terza corrente idonea all’apertura dei poro-canali di membrana ad una frequenza specifica.
(foto-3)(foto-4)Queste correnti miscelate, potenziate dalla loro azione sinergica, regolate ad una intensità tale da non essere percepite dal paziente se non in certi punti particolarmente sensibili, devono essere applicate ad un ago non schermato da agopuntura, di quelli con manico metallico da dodici o quindici centimetri allo scopo di far aderire le fibre elastiche del derma al corpo dell’ago.
Una volta agganciate e leggermente disidratate, grazie a questo pool di correnti in sinergia, le fibre elastiche devono essere avvolte con estrema delicatezza fino ad ottenere una sorta di fuso di materiale autologo che è visibile al movimento dell’ago.
La trazione esercitata con l’ago deve essere tale da ottenere un certo volume di queste fibre senza mai strapparle.
La corrente elettrica deve avere caratteristiche idonee ad agganciare le fibre elastiche del derma e far migrare parte dei sali interstiziali che altererebbero la durata nel tempo dei risultati ottenuti.
Infatti, diversamente dalle altre tecniche di autotrapianto, ci si limita ad assottigliare la parte donatrice per rigonfiare le volumetrie in minus.
Le strutture donatrici, assottigliate, riprendono i volumi iniziali nei ventotto giorni successivi, mentre la parte ricostruita, raggiunge il volume definitivo dopo circa sette giorni per mantenerlo a lungo.
Per spiegare questo fenomeno basta riferirsi ai derma espander, una sorta di palloncini che il chirurgo gonfia sotto la pelle del paziente per ottenere del tessuto da trapiantare asportandolo con la tecnica del lembo a losanga.
La parte donatrice in questo caso riprende lo spessore iniziale mentre, come ovvio, presenta una cicatrice lineare al centro dovuta alla sutura per il lembo asportato.
Ovviamente con la nostra tecnica non avremo cicatrici ne avvallamenti dal momento che operiamo degli spostamenti volumetrici molto piccoli del sottocutaneo senza strappare o asportare materiale.
Il risultato è estremamente naturale.
Possiamo ottenere volumi importanti semplicemente sfruttando gli stessi componenti del derma senza alterare la fisionomia e senza provocare scalini o ponfi.
Il paziente non deve percepire alcun tipo di sensazione o fastidio al passaggio della corrente.
L’erogazione della corrente deve avvenire per il tempo strettamente necessario a permettere l'aggancio delle fibre del sottocutaneo utili per ottenere i volumi desiderati.
I liquidi devono essere eliminati osmoticamente per deprivazione salina mediata dalle correnti, per evitare lo srotolarsi delle fibre e del collagene.
Dott. Prof. Giorgio Fippi
Presidente della S.I.M.E.C.N.A. (Società Italiana Medicina Estetica e Chirurgia Dermatologica
Docente di Elettrologia e Elettrochirurgia Dermatologica

 Per i Corsi di Chirurgia non Ablativa, come sempre gratuiti, visita www.fippi.net 
coniglio.gif (7823 bytes)Per verificare la totale assenza di coinvolgimento dei tessuti circostanti l'area trattata con la Plexr Chirurgia non Ablativa, è stata effettuata uno studio presso l'Università di Chieti, sotto la direzione del prof. Antonio Scarano, che ringrazio per la professionalità che lo ha sempre contraddistinto E' stata trattata la cute di conigli New Zealand per un totale di 20 aree di 10 cm2 ciascuna per ogni coniglio.10 aree sono state trattate con radiobisturi e 10 con il mio Plexr. i controlli sono stati eseguiti a 7 - 14 - 21 giorni con istologia effettuata su un totale di 40 biopsie per ogni gruppo studiato.
I risultati sono stati superiori ad ogni aspettativa. Nell'immagine della sezione a sinistra si osserva il danno termico nei tessuti sottostanti l'area di intervento. Si osservano cellule necrotiche e aree di riepitelizzazione.
istologico.laser.gif (8612 bytes)Il tessuto necrotico e le aree di tessuto infiammato rappresentano il 30% dell'area analizzata.Nell'immagine a destra si osserva l'assenza di aree necrotiche, assenza di solco delimitante le aree trattate e rispetto ai tessuti circostanti con un aspetto del tutto simile ai tessuti circostanti non trattati. Le aree trattate sono evidenziate dalle due frecce verdi sulle foto.

Questa immagine si riferisce alle parti trattate con Plexr.

istologico.plexer.gif (8521 bytes)Per chi fosse interessato allo scientifico e all'istologico potrà consultarlo durante le lezioni al Master e all'Incontro di Medicina Estetica e Chirurgia non Ablativa al FIJLKAM come già presentato dal prof. Antonio Scarano.Ricordiamo a tutti i colleghi che il nostro Sito http://www.inderma.it/ ci permette di restare in contatto tra noi e essere aggiornati su corsi, incontri e novità del settore.
Per chi si occupa di botox e fisiognomica consiglio di visitare il sito http://www.artnatomia.net/
Io sono obiettore di coscienza per quanto riguarda il botulino ma questo sito aiuta a ricordare ciò che dovremmo sempre sapere!!! Buon divertimento!
Per essere sempre aggiornati ed in contatto tra noi invito i colleghi ad iscriversi a INDERMA non una associazione medica ma uno strumento per noi tutti.
ATTENZIONE ATTENZIONE   (il gatto e la volpe) clicca
mano.gif (126 byte)Alla cortese attenzione dei colleghi che praticano la chirurgia non ablativa.
In questi giorni, ho ricevuto numerose lamentele da parte vostra, per la faciloneria con cui alcuni medici, che non hanno pratica di blefaroplastica non Ablativa, si propongono in modo poco professionale con dei "coupon".
Questo tipo d’intervento non può essere eseguito correttamente senza quella adeguata preparazione che Voi tutti avete acquisito frequentando i miei corsi specifici. Alcuni, spacciando per Blefaroplastica non Ablativa, non Invasiva secondo Fippi, la loro interpretazione della metodica, fanno anestesia con siringa e ago, gonfiando le palpebre senza ottenere quegli splendidi risultati che tutti noi sappiamo.
Purtroppo, devo aggiungere, molti di questi colleghi sono riportati negli elenchi su questo sito, per il solo fatto di possedere un plexer e aver partecipato ad uno dei miei corsi.
profippi.jpg (6699 byte)Frequentare un corso dove si insegna a eliminare una verruca o un fibroma con il plexer, non significa essere in grado di fare una blefaroplastica non ablativa con la mia tecnica.
Questi colleghi sono invitati a specificare ai loro pazienti che la blefaroplastica da loro eseguita è la loro e non la mia blefaroplastica non ablativa.
Questo a tutela dei pazienti e dei colleghi che, riportati a pieno titolo sul mio sito, mi mandano le foto dei loro interventi che pubblico con entusiasmo e soddisfazione a tutela della loro professionalità e della fiducia dei pazienti.
A breve formerò un elenco dei medici che hanno frequentato i corsi specifici per ciascuna disciplina e che hanno dimostrato in pratica la propria capacità professionale.
Purtroppo lo sciacallaggio sulla mia Chirurgia non Ablativa per sublimazione mediante Plasma, non si ferma ai "coupon".
Infatti non basta comprare un apparecchio per diventare esperti in una metodica.
Inoltre, ci sono rivenditori, che propongono apparecchiature obsolete che sconsiglio di utilizzare per realizzare la vera "Chirurgia al Plasma per sublimazione non Ablativa" che ho messo a punto in tanti anni di studio.
Ho sempre spiegato che ho realizzato, dopo decenni di studi e centinaia di casi clinici perfettamente riusciti e documentati, la chirurgia non ablativa al plasma.
Per avere la certezza di non causare danni termici ai tessuti sottostanti, cosa documentata dagli istologici eseguiti nei laboratori dell'Università dal prof. Antonio Scarano, ho dovuto scartare tutte quelle apparecchiature che per esperienza diretta ho verificato essere troppo dolorose o peggio dannose per certi distretti.
Ho scartato i vari tipi di laser commerciali poco sicuri per interventi su tessuti vicini agli occhi, i vari radio bisturi, elettrobisturi e, ancor peggio, i folgoratori, per i potenziali danni termici al derma palpebrale, per le croste difficili da gestire e per non parlare del dolore che certi apparati provocano costringendo l'operatore a fare punture di anestetico.
Ho considerato solo apparecchiature che non avessero elettrodi da applicare sul corpo del paziente per evitare che correnti attraversassero il corpo interessando strutture molto delicate quali il nervo ottico e la retina.
infatti con apparecchi privi di piastra paziente, le cariche si dispongono esclusivamente sulla superficie dei tessuti come se fossimo in una gabbia di Faraday, proteggendo tutte le strutture che si trovano sotto la pelle.
La prima apparecchiatura che ho realizzato è stato il Felc (flusso di elettroni convogliati) che nonostante abbia il manipolo attaccato all'apparecchio e alla rete elettrica, permette interventi senza piastra flottante.
Con il felc ho realizzato la prima blefaroplastica purtroppo ancora Ablativa anche se non traumatica, infatti ancora si asportano delle piccole quantità di pelle in eccesso.
L'ultima apparecchiatura è il Plexer (Plasma Exeresi per sublimazione), un Presidio Medico Chirurgico che permette di eseguire tutti quei trattamenti che ho denominato di Chirurgia non Ablativa. 
Questo apparecchio, senza  cavi o contatti elettrici (wireless), proprio grazie al fatto di non essere a contatto con nulla di circostante (alimentatori, batterie, impianto elettrico, paziente, operatore) genera con estrema facilità la giusta quantità di energia al plasma.
Non fatevi ingannare dal termine " Chirurgia" di solito abbinato a intervento cruento.
Etimologicamente per Chirurgia si intende una fine manualità dell'operatore indipendentemente dal tipo di attività svolta. -http://it.wikipedia.org/wiki/Chirurgia -
La Chirurgia non Ablativa , così come è stata da me ideata, con le sue tecniche che variano da zona a zona (tecnica Spray, Tecnica Spot, tecnica Point), non può essere praticata senza una adeguata preparazione.
Purtroppo vengono spacciati come idonei alle mie tecniche apparecchi diversi da quelli da me ideati e sperimentati.
Tutti voi siete a conoscenza che svolgo corsi di vari livelli per ciascun tipo di intervento e come ho sempre fatto, senza chiedere alcun compenso.
Vi ricordo che tra le tante metodiche che insegno, oltre alla chirurgia non ablativa, alcune di queste possono essere effettuata senza dover acquistare apparecchiature o materiali costosi.
Proprio per questo motivo molti rivenditori propongono macchinari costosi non idonei nel modo più assoluto per realizzare le mie tecniche.
Un esempio per tutti è la tecnica dell'Ossigeno Frazionato che per essere praticato in modo corretto non prevede l'uso di alcun tipo di macchinario malgrado qualcuno abbia sfruttato il mio nome per proporre apparecchi che nulla hanno a che vedere con la mia metodica che utilizza solo una siringa.
 
Nostri Ambulatori in Europa: ATENE (Sotirios G. Tsiouma ) |  ISTAMBUL (Op. Dr. Hasan Subasi)  | ENGELBERG Switzerland (Dr Alain Tenenbaum)
 
Centro Benessere "VICTORIA" Spa. al Lido di Roma
.S.i.m.e.c.n.a. - (Società Italiana Medicina Estetica Chirurgia Non Ablativa) http://www.simecna.it
Articoli e interviste al Prof. Giorgio Fippi, ideatore della Chirurgia non Ablativa sono presenti sul mensile "La Pelle" sulle pagine di quotidiani nazionali, sul numero di febbraio di "www.più sani più belli.it"
ATTESTATO ROMA OK.jpg (24582 byte)rivistaonline.jpg (25307 byte)Estetica del corpo: Altre metodiche efficaci che ho messo a punto e verificate in tanti anni ottimizzandole, depositate come metodiche a mio nome e registrate alla S.I.A.E. e oggetto di brevetti di innovazione e di modelli d'utilità potete trovarle sul sito: http://web.tiscali.it/bodylook oppure su http://www.estetologa.altervista.org
ELENCO DEI MASTER UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE UNIVERSITARIE  DOVE INSEGNO CHIRURGIA NON ABLATIVA E ELETTROTERAPIA
Università di CamerinoMaster universitario internazionale biennale II livello in: Medicina estetica e Terapia estetica
Camerino a.a. 2010/2011  Segreteria, Centro di Ricerche Cliniche, Telemedicina e Telefarmacia Università di Camerino tel. 0737 403326 fax 0737-403325 email: master.ehealth@unicam.it In collaborazione con: SEMES - SCUOLA EUROPEA DI MEDICINA ESTETICA SISTEMICA European Medical Association (E.M.A.) Bruxelles e con il contributo scientifico ed organizzativo dei professori Andrea Corbo e Giorgio Fippi   Direttore del Master prof. Francesco Amenta - tel. 0737-403311 - cell. 320-4381162 - e-mail: francesco.amenta@unicam.it - http://www.unicam.it/ - Vice Direttore del Master - prof. Vincenzo Varlaro - e-mail: vincenzovarlaro@virgilio.it          web.unicam.it/laureati/formazione/master/medicina_estetica/index.asp  
logo-universita-di-padova.gif (7544 byte)Università di Padova - Direttore: Dott.ssa Maria Grazia Cocito -Il Master annuale permette di integrare tecniche di medicina estetica e tecniche di odontoiatria estetica. L'odontoiatra sarà in grado di ottimizzare il trattamento estetico del paziente avvalendosi di approfondite conoscenze a livello dei tessuti orali e periorali. Sempre di più al giorno d'oggi i pazienti richiedono all'odontoiatra di rifinire il trattamento a livello periorale e l'odontoiatra deve essere in grado di perfezionare egli stesso il trattamento Presso: Dipartimento di Specialità Medico-Chirurgiche - Sezione di Clinica Odontoiatrica - Via Venezia 90 - 35131 Padova www.dspmc.unipd.it/sezione.jsp?id=odontoiatria&att=6
logo unichieti.gif (5581 byte)Università degli Studi "G. d' Annunzio" Chieti-Pescara -  Facoltà di Medicina e Chirurgia - Corso di Laurea Specialistica in   Odontoiatria e Protesi Dentaria - Presidente: Prof. Adriano Piattelli -  Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche Direttore: Prof. Sergio Caputi Estetica del  Sorriso Corso di Perfezionamento - Responsabile del corso è il Prof. Antonio SCARANO  presso il dipartimento di Scienze Odontostomatologiche della Facoltà di Medicina e Chirurgia Chieti. per Laureati in Odontoiatria e Protesi Dentaria - Laureati in Medicina e Chirurgia Università degli Studi 'G. d'Annunzio' Chieti e Pescara www.medicalcoachitalia.com/files/corso_chieti.pdf                                              e presso le Scuole di Medicina www.scuolamedicinaestetica.com
Università di MilanoASPEM Academy School of Practical Aesthetic Medicine - Patrocinio Università degli Studi di Milano - Ordine dei medici di Milano e Provincia - Associazione Europea di Medicina del Benessere - Accreditamento ECM Ministero della Salute
I.A.F. ISTITUTO D'ALTA FORMAZIONE - SCUOLA QUADRIENNALE DI MEDICINA ESTETICA E DEL BENESSERE - MASTER BIENNALE DI MEDICINA ESTETICA E DEL BENESSERE 
con il Patrocinio della Società Italiana di Medicina Estetica e del Benessere (SIMEB) http://www.iaform.it/iaf 

semes.gif (8954 byte)La Scuola Europea di Medicina Estetica Sistemica (SEMES) si propone di promuovere e stimolare gli studi tesi a dare impulso alla costruzione o ricostruzione dell’armonia e dell’equilibrio individuali attraverso l’attivazione di un programma di medicina educativa, sociale, preventiva, curativa e riabilitativa.A questo scopo SEMES ha organizzato e strutturato un programma scientifico articolato su corsi di studio biennali, al termine dei quali, previo superamento degli esami previsti e discussione della tesi, verrà rilasciata idonea certificazione ed un totale di 100 crediti ECM (50 per anno).
agorà.gif (3457 byte)www.societamedicinaestetica.it   SCUOLA SUPERIORE POST-UNIVERSITARIA  DI MEDICINA AD INDIRIZZO ESTETICO S.M.I.E.M.TRATTATO DI MEDICINA ESTETICA con il capitolo di elettrochirurgia del prof. Giorgio Fippi
Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Elettronica e Telecomunicazioni:   http://www.die.uniroma1.it/personale/frezza/    http://www.medicitalia.it/giorgiofippi/minforma/tutti          http://www.123people.it/s/giorgio+fippi    http://www.domaintools.com/historic-thumbnails/fippi.net    http://www.scuolaeuropeamedicinaestetica.it/anno_accademico_1_sem2.asp    http://medicinaestetica.net/index.php3?page=2&lang=     http://www.xbenessere.it/XBenessere_num5.pdf      http://surfreport.it/medicina_e_salute/estetica/chirurgia_estetica_seno_glutei_foto.html      http://www.stradario.roma.it/via-aragona-torre-gaia-roma-718.html     http://www.superfaster.ro/index.php?q=radiochirurgia+dermatologica+j8DHP   http://www.scuolamedicinaestetica.com/pdf/docenti/giorgioFippi.pdf   macchie della pelle.
CHIRURGIA NON ABLATIVA         -      prof. Giorgio Fippi dottore in Medicina e Chirurgia - Presidente della Società Italiana di Medicina Estetica e Chirurgia non Ablativa "S.I.M.E.C.N.A." Docente di  Elettrologia Medica e Chirurgia non ablativa - Master Universitario Internazionale di secondo livello dell'Università degli Studi di Camerino, al Master annuale di Medicina Estetica e Tecniche di Odontoiatria Estetica dell'Università di Padova,  al Master dell'Universita degli Studi di Chieti, al Master dell'Aspem con il patrocinio dell'Università degli Studi di Milano, al Master dell'Istituto di Alta Formazione di Roma