Home Page

:::::Sub Rock Magazine:::::

Sub Rock Fanzine: * Interviste * Recensioni * Articoli * Gruppi * Mp3 * Concerti

Sub Rock Records: * Produzioni * Distribuzioni * Gruppi


 

INTERVISTA BO:

Cominciamo con le presentazioni: chi sono i Bo? Fate un riassunto della vostra storia.
Nel lontano 1996 Alberto, l’attuale batterista, incontro’ Fiorenzo in un parco in citta’ alta di Bergamo mentre stava suonando la chitarra sdraiato nell’erba, Nessuno dei due aveva un gruppo, cosi’ Alberto, sentendo suonare e cantare Fiorenzo, dopo qualche canzone gli propose di formare un gruppo.
E’ il 1996, nascono i Bo e dopo aver trovato un primo bassista cominciano a suonare.
Nel 1997 arrivano i primi concerti, ma a breve qualcosa cambio’. Dapprima Alberto abbandono’ la band, e sostituito da un altro batterista, si ritorno’ a suonare anche con una voce femminile e con 2 bassisti allo stesso tempo.
Nel 1998 Alberto organizzo’ un concerto acustico in memoria di un amico scomparso. Per questo concerto chiamo’ Fiorenzo e nei mesi successivi si ricomincio’ a suonare. Infine nel 1999 si arriva all’attuale formazione: Fiorenzo: chitarra&voce, Alberto: bateria, Enrico: basso.
Finora abbiamo autoprodoto due demo tape, e a settembre abbiamo in programma di registrare il nostro primo cd.
Nel frattempo contiamo di esibirci il piu’ possibile durante i mesi estivi!

Il vostro nome ha qulache significato particolare? Come e’ nato?
Il fatto e’ che non sappiamo mai cosa dire e cosa rispondere! Quando qualcuno ci faceva qualche domanda noi rispondevamo sempre “boh”: da qui e’ nato il nome.

Quali sono le vostre influenze? a chi vi ispirate?
5 nomi in particolare tra i gruppi che piu’ vi hanno influenzato…:
Enrico: personalmente sono cresciuto ed ho cominciato a suonare ascoltando gruppi come Metallica, Offspring e altri;poi con il tempo ho cambiato genere musicale e ho seguito le orme di Fiorenzo e Alberto che ascoltano musica sullo stile di Soundgarden, Nirvana, Kyuss, Sonic youth e Led Zeppelin.
La nostra musica puo’ essere definita come una sorta di rock-noise/grunge ispirato a questi gruppi...

Cosa cercate nella musica? Cosa vi ha fatto iniziare a suonare e cosa vi spinge a continuare?
La musica e’ soprattutto sfogo e rabbia che esce da una ricerca di evasione dal tenesmo sociale: non riuscendo ad esprimere certi nostri momenti nella vita normale, lo facciamo attraverso la musica.
Mentre il rosso sole tramonta, la musica viene evocata dalla voglia di sfogo passiva allo stato d’animo e il sole ascolta come se comprendesse i lamenti che si specchiano nei nostri suoni.

Cosa ne pensate della scena musicale italiana?
In Italia si possono trovare sicuramente gruppi che suonano della buona musica (tra questi si possono fare i nomi di: Hyou, Gea, One dimension man, La Palma, Edera, That’s all folks). Il fatto e’ che rimangono quasi tutti sottoterra senza uscire allo scoperto, perche’ in italia mancano gli spazi e le possibilita’ per farlo! Ci piacerebbe un giorno accendere la TV e vedere il video dei XXX o degli YYY che nessuno ha mai sentito, ma sappiamo che per questo c’e’ ancora molto da lavorare…

Come vi regolate per la gestione del gruppo? Ci pensa un membro del gruppo ad accollarsi i problemi organizzativi, oppure vi avvalete del supporto di un manager?
Ultimamente abbiamo conosciuto un ragazzo che ci procura contatti nei posti in cui suonare. Comunque all’interno del gruppo siamo noi tre che decidiamo il da farsi. Attrezzatura, impianti, e come organizzare i concerti sono tutte cose che preferiamo gestire noi stessi

Che rapporto c’e’ tra musica e testo? A cosa date piu’ importanza?
La musica rispecchia lo stato d’animo, e’ il corpo della canzone; le parole servono a completarne l’effetto e contribuiscono maggiormente a creare l’atmosfera descritta nelle canzoni.
In pratica diamo piu’ importanza alla musica, le parole arrivano in un secondo momento, ma non restano qualcosa di secondario.

In che lingua cantate? Sapreste motivarmi questa scelta?
Italiano, ma non solo perche’ siamo italiani. La gente deve poter capire i nostri messaggi anche se poi mentre si suona capita spesso che le parole non vengano comprese perche’ l’udito viene maggiormente stimolato dalla musica.

Come nascono i vostri pezzi?
Ogni canzone ha un’ispirazione diversa, e’ difficile da spiegare…tutto accade all’improvviso, ti rilassi e ti viene in mente un coro o un riff. Quando dobbiamo comporre nuovo materiale di solito si pèarte da un’idea di base sulla quale poi lavoriamo tutti insieme per ricavare una canzone.

Che tipo di contatti avete con altri gruppi?
Ogni tanto suoniamo insieme in giro per concerti! ma capita spesso di organizzareb noi stessi delle giornate insieme ad un altro gruppo per poter confrontare piu’ generi musicali e magari imparare qualcosa di nuovo…

Secondo voi e’ importante la collaborazione tra i vari gruppi emergenti?
E’ importantissimo, in quanto e’ l’unico modo per uscire allo scoperto! Se non ci fosse collaborazione ognuno rimarrebbe dov’e’. Unendo le proprie forze, si puo’ arrivare piu’ lontano e farsi conoscere da piu’ persone, soprattutto in altre parti d’italia!

Che importanza ha per voi il live? Come vi sentite, e come vi proponete?
Il live e’ il momento che non dovra’ mai mancare, e’ il momento piu’ atteso che ci spinge a continuare a suonare.
Suonare in un concerto, piccolo o grande che sia, e’ quando finalmente fai sentire la tua musica alla gente, e se l’impatto sia positivo o negativo poco importa; il tutto e’ sempre una grossa sfida per noi.

Dove possiamo ascoltare i Bo prossimamente? Avete concerti in programma?
Sabato 3 giugno suoneremo in un centro sociale qui a Bergamo e il 4 alla festa di Grumello del Monte (BG).
Poi a giugno e luglio abbiamo in programma alcuni concerti nella provincia di Bergamo, in occasione di alcune feste e manifestazioni. Comunque siamo pronti per qualsiasi esibizione. Ci piacerebbe partecipare a concerti anche in altre citta’! quindi se cercate un gruppo per qualsiasi concerto, contattateci.

Cosa non vorreste mai che si dicesse di voi?
Che copiamo un altro gruppo! Poi per il resto possono dire quello che vogliono noi non ci scomponiamo, del resto nessuno e’ perfetto.

Okay ragazzi, prima di salutarci avete qualche riga per dire quello che vi pare:
Per qualsiasi informazione contattateci:
http://digilander.iol.it/bomusic
Anche se c’e’ bisogno di piu’ spazio per i gruppi come noi non bisogna mollare mai!



Sub Rock Italian Underground Magazine Home Label
Ideazione, Creazione, Supervisione: Simone Capodicasa
Contatti: sub.rock@libero.it, Fax: 1782232041