Home Page

:::::Sub Rock Magazine:::::

Sub Rock Fanzine: * Interviste * Recensioni * Articoli * Gruppi * Mp3 * Concerti

Sub Rock Records: * Produzioni * Distribuzioni * Gruppi


 

INTERVISTA BRIGANTE ROUGE:

Iniziamo con una breve presentazione del gruppo...
Ci chiamiamo Brigante Rouge. Suoniamo da diverso tempo in diverse situazioni con personaggi diversi. Siamo insieme dalla fine del '99. La formazione attuale comprende una chitarra, un'altra chitarra, un basso, una batteria e una mezza chitarra e voce. A volte, se ci va, inseriamo anche altri strumenti. Siamo comunque in 5. Circa l'et, b, varia da 25 a 26.

Come vi siete conosciuti? Come avete deciso di iniziare a suonare.come nato il gruppo?
Due di noi sono cresciuti nello stesso paese, a poche centinaia di metri l'uno dall'altro ed hanno continuato ad ignorarsi per + di 20 anni. Poi un incontro casuale, sullo sfondo di un'universit affollata. Era maggio, o forse giugno...insomma faceva caldo, eravamo sbracciati e disinteressati. Parlavamo di musica e di suoni sotto il portico. E intanto passava gente assonnata o frenetica con libri sotto braccio e zaini stracolmi. Nasce un'idea e la voglia di tornare a suonare. Siamo in due. Poi entra in scena il bassista stanco di girare da un gruppo all'altro senza grosse soddisfazioni. Siamo in tre. Il batterista viene dai monti, per alcuni una vecchia conoscienza, per altri un nuovo fulminante incontro. Siamo in quattro. Dopo un anno scarso entra dentro un'altro personaggio, suona la chitarra, ma non la sola cosa che conta. Siamo in cinque. Per ora basta cos....poi vedremo.

All'inizio a chi vi siete ispirati?
Quali sono i vostri riferimenti musicali?
Ci siamo ispirati alla voglia di fare qualcosa di nostro. E inevitabilmente a tutto quello che abbiamo ascoltato e ascoltiamo anche adesso. Fare nomi sarebbe una cosa lunga e anche stupida, credo. Comunque ci piace
l'atteggiamento punk, l'intensita tipica dello chansonnier, l'attitudine al raccontare storie e rumori. Questo per quanto riguarda l'ambito strettamente musicale. Ma...mon dieu! Non siamo fatti solo di musica, per fortuna. E
allora ci sarebbe da tirare dentro certi libri e certi film, certe giornate uggiose e certi sentimenti soffocati. E su tutto la voglia di rendere pubbliche le nostre private sensazioni.

Nei vostri pezzi il testo come viene composto? di cosa parlate? Che tipo di rapporto ci deve essere, secondo voi, tra il testo e la parte strumentale?
Il testo viene composto scrivendolo su carta o su computer o su dove capita e quando capita. A volte diventa una canzone altre volte rimane quello che , un insieme di parole. Il rapporto tra testo e musica la cosa + difficile e infatti non tutto si fonde a meraviglia. Ma quando capita...b, mi verrebbe da pensare ad un uomo e una donna, ad un letto, a una sincronia quasi perfetta e casuale e.....e basta, finiamola qui, mi pare si parlasse
di musica giusto? Si, proprio cos, evitiamo di pisciare fuori dal vaso, che forse meglio .

Vi frequentate anche fuori dalle prove? cosa fate insieme?
A periodi. Cosa facciamo? B che ne so'....dipende. Bevi una birra, ridi, ti incazzi, guidi la macchina, parli, stai in silenzio, sparli, ti prendi per il culo, ti prendi sul serio, ti mangi qualcosa, ti guardi un film, ti offri una sigaretta o magari ognuno ha le sue. Insommma mi pare una domanda un po' poco salata.
(N.d.A.: sta a voi condirla)

Tra gli altri gruppi che vedete in giro. c' un gruppo che per le cose che dice e per l'immagine complessiva vi va bene?
Direi che ci va bene tutto. Poi tanto ognuno ascolta e guarda quel che gli pare. Se poi la domanda vuol dire se c' un gruppo che ci piace...b, ce ne sono molti. E ce ne sono molti che ci sembrano piuttosto buttati l....ma
credo sia un'impressione comune.

Come pensate al concerto?
Dipende un po' dagli ambienti in cui spesso siamo costretti a suonare.
Tuttavia spesso una cosa istintiva e mai uguale a se stessa. Abbiamo l'attitudine a sconvolgere i pezzi, suonando in modo emozionale piuttosto che fedele a uno schema.

La musica cosa deve dire, che deve rappresentare?
Non sappiamo cosa debba dire la musica. Sicuramente dice la sua. Circa il rappresentare, b, rappresenta il modo di pensare. E' un mezzo di comunicazione di massa ed ha un potere impressionante. C' gente che muore, gente che trova sollievo, chi trova una strada chi ne perde un'altra, chi si innamora chi si distrugge. A volte la colpa anche della musica.

Come vi regolate per affrontare i problemi organizzativi? (spese, promozione)
Ci si arrangia con quello che tiriamo su dai concerti. Per il resto basta un po' di volont. Noi ne abbiamo poca ma un problema che magari un giorno risolveremo.

Che tipo di contatti avete con altri gruppi, con persone inserite nel campo musicale?
Di scambio. A volte ti accorgi che a parlare spesso di musica ti ritrovi ad avere amici musicisti o comunque interessati all'argomento.

E' necessario per voi un collegamento tra i gruppi, perche'?
Bha...a volte si rende necessario per trovare da suonare. Quando poi le cose entrano nella sfera personale, b, credo abbia poca importanza l'appartenenza ad un gruppo.

L'elettronica con le sue applicazioni musicali, cosa cambia nel modo di fare musica, di pensarla e di viverla?
Non lo so'. Tenco diceva " appena s'alza il mare, gli uomini senza idee per primi vanno a fondo.". Che siano elettroniche, elettriche o a vapore, credo che alla fine conti il fatto che siano idee, buone idee.


Ok, avete qualche riga per farvi un po' di pubblicita': Internet, demo, concerti, ecc...
Bene. Allora allora.......se volete trovare qualche notizia su di noi potete andare su www.briganterouge.com. Abbiamo un demo dal titolo "il filo di rame". Se vi interessa possiamo farvelo avere ma....a scanso di equivoci...........e qui taglieranno ogni possibile nostro futuro come pubblicitari....ci rappresenta al 10%. E' una cosa di cui avevamo bisogno, un pezzo di carta con appunti frammentari, idee diverse e sconnesse. Abbiamo
fissato 9 pezzi in due giorni e ci servito. Tutto qua. Adesso abbiamo capito + o - quello che ci interessa fare. Quindi consiglierei di aspettare che a fine estate dovrebbe arrivare una cosa del tutto nuova e molto + intensa. Se siete comunque incuriositi potete venirci a vedere, siamo in giro per la toscana e chiss......magari siete in zona. L'ultima data stata sabato scorso, le prossime le trovate sul nostro sito alla sezione "novit"


Saluti e ghiande!

 

 


Sub Rock Italian Underground Magazine Home Label
Ideazione, Creazione, Supervisione: Simone Capodicasa
Contatti: sub.rock@libero.it, Fax: 1782232041