MATERIALI METALLICI

Le leghe non ferrose Le leghe ferrose

I metalli e le loro leghe sono caratterizzati dall'essere ottimi conduttori del calore e dell'elettricità, essere opachi alla luce visibile, e spesso duri, rigidi e lavorabili.

La maggior parte dei materiali metallici utilizzati sono in forma di lega (combinazione di due o più metalli).

Le tecnologie di lavorazione dei metalli si distinguono in due grandi gruppi:

All’interno dell’ISRIM sono presenti competenze per lo studio delle proprietà chimiche, fisiche e meccaniche di questi materiali.

Inoltre, in maniera specifica per le leghe leggere (alluminio, titanio, magnesio) sono presenti in ISRIM apparecchiature (laminatoio, squeeze casting) e conoscenze in grado di valutare caratteristiche e fattibilità di processi tecnologici per la realizzazione di manufatti.

Le leghe metalliche possono essere suddivise, in base alla composizione, in due gruppi principali: le leghe ferrose, in cui il costituente principale è il ferro e le leghe non ferrose, tutte le altre leghe non a base di ferro.

Le leghe non ferrose

Le leghe non ferrose rispetto alle ferrose presentano alcuni vantaggi quali bassa densità, elevata conduttività elettrica e elevata resistenza alla corrosione.

Le leghe non ferrose vengono suddivise, generalmente in funzione del metallo base (costituente principale) o di alcune caratteristiche specifiche, in classi tra cui le più importanti sono:

leghe di rame leghe di alluminio leghe di magnesio leghe di titanio metalli refrattari

Hanno molteplici campi di applicazione, che sfruttano le caratteristiche di ogni classe di lega:

Le leghe ferrose

Le leghe ferrose hanno una notevole diffusione per diversi motivi, quali l'abbondanza in natura di composti contenenti ferro, la possibilità di essere prodotte usando tecniche (estrazione, affinazione, alligazione e fabbricazione) relativamente economiche e il fatto che siano molto versatili, in quanto possono essere 'progettate' in modo da ottenere una grande varietà di proprietà fisiche e meccaniche.

Le leghe ferrose si distinguono, in base al tenore di carbonio, in due grandi gruppi: gli acciai e le ghise.

Gli acciai sono la classe di materiali metallici più diffusi poiché con l'aggiunta di elementi alliganti (alluminio, silicio, manganese, cromo, nickel, molibdeno..) ed opportuni trattamenti, è possibile ottenere materiali diversi fra loro e specifici per determinati campi di applicazione: acciai di uso generale, acciai speciali da costruzione, acciai per utensili, acciai inossidabili, acciai per usi particolari (resistenti al calore, impieghi elettrici, impieghi alle basse temperature...).

MATERIALI

RICERCA APPLICATA