SEMIDA

L’estate del 2000 ha preso vita il progetto Semida - Museo di Arte-Natura-Ambiente sul Monte Limbara, nel territorio del Comune di Berchidda, in collaborazione con l’Amministrazione cittadina e la Foresta demaniale "Monte Limbara Sud" di Berchidda dell'Azienda forestale demaniale della Regione Sardegna. Il progetto, che vuole essere un contributo alla valorizzazione e alla promozione del patrimonio ambientale e paesaggistico del Monte del Limbara, consiste nella realizzazione di opere d'arte inserite nel contesto ambientale del luogo - fiumi, laghi, boschi, radure e sentieri - nel rispetto degli equilibri naturali della foresta. Le opere, create da artisti locali, nazionali e internazionali, con materiali ed elementi naturali quali ferro, legno, pietre, vengono inseriti nei percorsi naturalistici e didattici del Parco, in modo tale da dar vita ad un vero e proprio museo all'aperto, unico in Sardegna, similmente, comunque a iniziative analoghe portate avanti in altri Paesi Europei, quali la Francia, la Spagna e la Germania e la Svezia.
Ogni anno quattro o cinque artisti vengono invitati a partecipare al progetto Semida e il loro lavoro sarà documentato da un catalogo che verrà aggiornato periodicamente con le nuove acquisizioni.
Gli artisti coinvolti nell’iniziativa vengono ospitati sul posto per un periodo di tempo sufficiente alla realizzazione delle singole opere. Il Comune di Berchidda e l’Ente Foreste Sardegna partecipano attivamente al progetto fornendo la manodopera, i mezzi e gli strumenti necessari alla realizzazione dei lavori.
Sono state già realizzate le opere di Pinuccio Sciola, Bruno Petretto, e Monica Solinas.
Verrà inaugurata ad Agosto l’opera di Clara Bonfiglio.
Nell’ambito di Semida è nata nel 2002 Ephimera, sezione del museo d’arte ambientale dedicata agli interventi temporanei, con le opere di Paola Dessy, Giovanna Secchi e Erik Chevalier.