FAQ

Domande che vengono poste frequentemente

D. Il fumo o gli alcolici aumentano il rischio di contrarre un tumore della tiroide? R. Non è stata riscontrata correlazione tra fumare o bere alcolici e l'incidenza di tumore della tiroide; queste abitudini comunque dovrebbero essere evitate per il benessere generale.
D. Con l'intervento chirurgico alla tiroide c'è il rischio di perdere la voce? R. Subito dietro la tiroide decorre un piccolo nervo, il laringeo inferiore (detto ricorrente), che innerva le corde vocali e permette di articolare la parola. L'abilità e l'esperienza del chirurgo devono permettere di riconoscere il nervo e di non lesionarlo nel corso dell'operazione.
D. E' brutta la cicatrice dopo l'intervento chirurgico? R. Il taglio dell'intervento viene effettuato alla base del collo, all'altezza del giugulo, subito al di sopra delle clavicole, in modo trasversale, e con il passare del tempo si confonde con le pieghe del collo.
D. Mi è stato diagnosticato un nodulo freddo alla tiroide: che rischio c'è che possa essere un tumore? R. Un nodulo "freddo" non è infrequente nella popolazione che vive in una area gozzigena; il rischio che questo sia un tumore è di circa il 5%.
D. Ho un nodulo "caldo"; a quali rischi posso andare incontro? R. Nella quasi totalità dei casi il nodulo "caldo" è benigno; però, producendo una quantità di ormoni non controllata, può determinare ipertiroidismo e quindi influenzare con l'eccesso di ormoni tutti gli organi del corpo.
D. La mia tiroide è stata asportata completamente con l'intervento chirurgico: dovrò prendere la terapia sostitutiva per tutta la vita? R. Se la tiroide è stata asportata completamente, nell'organismo non c'e' piu' produzione di ormoni tiroidei, che pertanto devono essere assunti per bocca con le compresse di tiroxina; ovviamente questa terapia deve essere continuata per sempre.
D. Nella mia famiglia alcuni parenti hanno problemi tiroidei; non avverto nessun disturbo. Dovrei farmi visitare? R. In alcune famiglie c'è una alta frequenza di problemi tiroidei sia per una predisposizione genetica sia per una carenza di iodio nella zona in cui vive; in questi casi è utile un controllo periodico, particolarmente dei bambini, degli adolescenti e delle donne nel periodo fertile della vita.
D. Prendo la terapia con tiroxina continuativamente da cinque anni per un gozzo nodulare; non mi faranno male tutte queste medicine? R. La tiroxina è una sostanza fisiologica, che è presente in tutti gli individui. Presa per una indicazione specifica e ad un dosaggio congruo, non ha effetti collaterali.
D. Assumo tiroxina da anni. Ora sono incinta: devo interrompere la cura? Non farà male al bambino? R. In corso di gravidanza la terapia con tiroxina non va interrotta: gli ormoni tiroidei infatti non attraversano la placenta e quindi non arrivano al bambino se non in quantità molto piccola. La tiroide materna inoltre tende ad aumentare di dimensioni perchè lavora maggiormente; e' necessario quindi continuare ad assumere la terapia, eventualmente adeguando la posologia.
D. Sono incinta: posso sottopormi a una scintigrafia o ecografia tiroidea? R. Per eseguire la scintigrafia tiroidea vengono usate sostanze radioattive: questa indagine è pertanto controindicata in gravidanza. L'ecografia utilizza ultrasuoni, è quindi innocua e può essere eseguita senza problemi.
D. Fanno male le radiazioni sulla tiroide?  
D. Si può nascere senza la tiroide? R. In casi rari può succedere, con gravi danni alla crescita ed allo sviluppo neurologico del bambino. A tutti i neonati alla nascita vengono dosati gli ormoni tiroidei per verificare questa evenienza. Il precoce trattamento con tiroxina previene l'instaurarsi dei danni neurologici e fisici.
D. Dovrò sottopormi ad agoaspirato di un nodulo: sentirò dolore? R. L'agoaspirato viene detto "con ago sottile" e comporta solo il fastidio della puntura dell'ago della durata di pochi secondi.
D. Perchè è importante il sale arricchito con iodio? R. Gli ormoni tiroidei contengono atomi di iodio nella loro molecola; uno scarso apporto di iodio con la dieta comporta difficoltà di produzione degli ormoni e la tendenza al gozzo.

 

Ipertiroidismo   Ipotiroidismo   Gozzo   Noduli   Tiroiditi   Tumori
Scintigrafia   Ecografia   Analisi ormonali   Agoaspirato  
FAQ   Autoesame della tiroide   Iodio
La tiroide
Home