Canal Grande

Canal Grande
Il Canale e' il cuore del Borgo Teresiano. Un tempo era utilizzato da velieri e grossi mercantili ma ora, per le esigenze del traffico, i ponti girevoli sono stati sostituiti da quelli fissi e la lunghezza e' stata limitata con alcuni interramenti. Cosi ora vi possono accedere solamente piccole imbarcazioni, come i pescherecci che fanno ala alle due sponde.
Il canale si conclude con la chiesa di S.Antonio Nuovo, la cui facciata un tempo si sdoppiava riflettendosi nell' acqua. Sul lato sinistro del Canale, vicino al mare, si trova un edificio denominato "il grattacelo", terminato nel 1928 e opera dell' architetto triestino A.Berlam.
La Capitaneria e 'il grattacelo' visti dalle rive.

Sulla via Rossini, adiacente al "grattacelo", troviamo Casa Gopcevich, della meta' dell' Ottocento. Nelle sue decorazioni troviamo un ricordo dell' epica battaglia combattuta in Kosovo dai Serbi, guidati da re Lazar, nel 1389. Altri edifici di pregio lungo il Canale sono Casa Homero, Biasoletto, Hierchel e Scarmanga. Sull' altra sponda del canale invece, via Bellini, troviamo
Palazzo Carciotti
Palazzo Carciotti, adiacente al mare, sede della Capitaneria di Porto. Pregevole esempio di opera neoclassica, non solo nell' architettura ma anche per le statue, interne ed esterne, gli affreschi. Sulla facciata sei colonne ioniche scanalate reggono una balaustra con statue allegoriche, di A.Bosa. Da ricordare la sala rotonda con cupola, una delle piu prestigiose opere di M.Pertsch (1798) e gli affreschi interni di G.B.Bison. Lungo lo stesso lato, dopo l' edificio della Banca Nazionale del Lavoro, si apre la piazza Ponterosso, ove ha sede l' omonimo mercato. Fu la prima piazza della citta' nuova e deriva il suo nome dal ponte di legno dipinto di rosso che univa le due sponde del canale. Al centro della piazza la Fontana del Giovannin (Mazzoleni, 1753) , uno degli sbocchi dell' acquedotto Teresiano che portava l' acqua potabile alla Piazza unita d' Italia. Piu avanti spicca il Tempio della SS.Trinita e
S.Spiridione
S.Spiridione, luogo di culto della comunita Serbo-Ortodossa. La chiesa (C.Maciachini 1861-69) sorse sul luogo di una precedente chiesa divenuta troppo piccola per la comunita. L'edificio e' a pianta greca, coronato da cupole ed e' impreziosito da decorazioni profuse d'oro sia internamente che esternamente.
All' angolo con la Piazza S.Antonio, il Caffé Stella Polare, un punto di incontro fondamentale nella vita della Trieste dell' Ottocento.
Dietro la chiesa di S.Antonio, percorsa via delle Torri, si apre la piazza S.Giovanni, con il monumento a Verdi.


Trieste ( 124 )
La cittą ( 36 )
Da Vedere ( 12 )
Monumenti ( 8 )
Piazza Unita' d Italia ( 1 )
Caffé storici ( 5 )
Canal Grande
I Musei ( 2 )
Centro ( 1 )
Il carso e la costa ( 16 )
Storia ( 1 )
Venire a Trieste ( 11 )
Eventi ( 1 )
Arte e Cultura ( 16 )
Uscire a Trieste ( 13 )
Business ( 8 )
Sport ( 3 )
Muoversi a Trieste
Informazioni ( 7 )
Links Utili
| La cittą | Home | Indice |