idraulica
astrofisica
sito itn
errori
giovanni38@tiscali.it
radiazione solare
meccanica
termodinamica
CASA

COPERTINA


FIGURA TRATTA DAL SITO http://pcangelo.eng.unipr.it/dispense00/ghelfi124331/ghelfi124331.htm

In questo schema visibile l'insieme degli elementi funzionali, cio gli elementi essenziali che individuano il modo di funzionare di un impianto motore a vapore.
Lo schema va letto come rappresentazione di un ciclo termodinamico e quindi:
A) la fase 1 - 2 quella di compressione dell'acqua, dal quasi vuoto del condensatore alla pressione di esercizio nel corpo cilindrico inferiore;
B) la fase 2 - 3 quella di vaporizzazione nella caldaia e nel surriscaldatore per effetto della fornitura del calore Q1 all'acqua e al vapore;
C) la fase 3 - 4 quella utile con la trasformazione parziale (il rendimento sempre minore di 1!) dell'energia del vapore in lavoro(*) meccanico LT nella turbina (o nel cilindro);
D) la fase 4 - 1 quella della condensazione, durante la quale il vapore restituisce il restante calore posseduto tornando allo stato iniziale di liquido.
E' bene ricordare che la fase 4 - 1 non sempre avviene dentro l'impianto; il vapore infatti pu essere scaricato in atmosfera (macchine a vapore mobili: navi, treni, ecc.). In ogni caso per il calore residuo deve essere ceduto. Se non c' il condensatore la pompa preleva l'acqua solo da un serbatoio (cisterna, mare, lago, ..) alla pressione atmosferica e la porta alla pressione di esercizio.

(*) la differenza fra energia termica e energia meccanica (detta anche lavoro) abbastanza semplice: l'energia termica energia disordinata posseduta da un insieme di particelle fra loro indipendenti (il loro studio e la loro rappresentazione statistica), mentre l'energia meccanica energia ordinata posseduta da un insieme di particelle fra loro legate da una forza, detta coesione, cos grande che noi chiamiamo "solido" l'insieme di tali particelle.