180 (Tav. 15).
 
Laterizi di epoca romana alla Cascina Ranza.
 
Laterizi di epoca romana erano presenti, nel 1979, nell'aia della cascina Ranza, probabilmente recuperati dai campi circostanti.
La loro presenza venne rilevata da una ricognizione del G. A.V. di quegli anni.
In particolare venne disegnato un oggetto di rozza terracotta, che trova confronti con analoghi di provenienza pompeiana, il cui uso probabilmente è quello di fare da base ai dolia.
La presenza di tracce di occupazione di epoca romana in quest'area sulla sponda sinistra della Sesia è avvalorata dal recupero di quegli stessi anni di un puntone d'anfora dalle ghiaie della vicina cava.
In quell'occasione si ebbe modo di verificare la presenza di tracce di murature di epoca rinascimentale sporgenti dal greto a tre metri circa di profondità dal piano di campagna, fatto che attesterebbe lo spostamento del letto del fiume che avrebbe ricoperto aree prima abitate situate fra Cervo e Sesia 1.
 
NOTE
 
1 A proposito degli spostamenti dei corsi d'acqua nella zona vercellese si veda il fondamentale contributo di G. Reis (Reis 1988).


238. Cascina Ranza, contenitore circolare in rozza terracotta.