67 (Tav. 8).
 
Resti di ambienti nel cortile della Banca Popolare di Novara.
 
Durante uno scavo eseguito nel 1991 a seguito della prevista costruzione di alcune autorimesse sotterranee nel cortile della Banca Popolare di Novara 1, la Soprintendenza ha potuto eseguire uno scavo stratigrafico sui depositi archeologici emersi (Spagnolo Garzoli 1995, p. 376).
Questi erano costituiti da una serie di ambienti riferibili a diverse fasi di occupazione del sito. Alla fase più antica sono ascrivibili almeno tre ambienti chiusi da una struttura muraria in ciottoli e malta 2.
La struttura abitativa, orientata secondo l'asse Est-Ovest, era probabilmente appartenente ad una delle insulae facenti parte della zona centrale della città romana 3.
Gli ambienti conservavano ancora le pavimentazioni, che erano in un caso costituite da opus signinum con inserti marmorei e negli altri due vani presentavano invece decorazioni geometriche a mosaico 4.
Anche alcuni frammenti di intonaco, a fasce bianche e rosse, erano conservati e si sono potuti osservare sugli alzati, seppur brevi, delle pareti. La datazione di questa fase è ascrivibile al I secolo d.C. Ad una successiva fase, databile fra IV e V secolo d.C., appartengono la successiva variazione planimetrica della struttura e il suo rimaneggiamento, seppur sempre eseguite con buona tecnica edilizia (Spagnolo Garzoli 1995, p. 377).
 
 
NOTE
 
1 L'area indagata apparteneva al giardino del Palazzo Castelnuovo di Torrazzo (XVIII secolo), ciò ha permesso di salvaguardare le tracce archeologiche dagli interventi urbanistici recenti.
2 Già nel 1952, a pochi metri di distanza, si rinvennero cortine murarie, purtroppo non indagate all'epoca. Ad esse potrebbero, con buone probabilità, essere collegate quelle rinvenute in questo scavo.
3 Altri ambienti di abitazione riconducibili con certezza ad una delle insulae, furono ritrovati poco distante, all'angolo tra via G. Ferraris e via C. Balbo.
4 In uno degli ambienti il mosaico presentava, nel lato lungo, un emblema.

 

ILLUSTRAZIONI

 

100. Veduta panoramica dello scavo presso la Banca Popolare di Novara del 1991.