Pubblichiamo in questa pagina alcuni dei tanti messaggi di solidarietà che ci sono giunti dall'Italia e anche dall'estero. Un grazie di cuore a tutti.

 

Da Kinder Garden School

Scuola Materna Marcianise (CE)

Per i piccoli angeli di San Giuliano di Puglia

Gesù disse:

"io sono la resurrezione e la Vita: chi ha fede in me, anche se muore, tornerà a vivere." Così come voi vivrete sempre nei nostri cuori.

Da tutti i bambini e tutto lo staff della scuola


 

Da Roberta Ladira, scuola S. Teresa del Bambin Gesù di Bari

Cari genitori, sono triste anch'io pur non conoscendo i vostri bambini, quei poveri bimbi dispersi tra le macerie. Vi posso solo dire una cosa, ora i vostri figli saranno più felici stando vicino a Dio; e alle mamme dei bambini sopravvissuti sono felice per loro e spero che presto vengano dimessi dall'ospedale.

E ancora da Alberta, Emanuele, Suor Nunzia, Ivano, Fabrizio, Valeria, Andrea, Valeria, Roberta, Diego, Martina, Rossella, Gianfranco, Sergio, Marina, Angelo, Patty, Giacomo, Paola, Michele


 

Da Elsa Pianezza, Novi Ligure (AL)

Carissime, oggi Lunedì è ricominciata la scuola.... a Novi... come in tutto il resto d'Italia!! ho preparato lo zaino e la colazione a Camilla che frequenta la 5° elementare e a Guglielmo che fa la 2° e li ho accompagnati a scuola.... li ho salutati... per rivederli nel pomeriggio.... come avrete fatto voi lo scorso maledettissimo Giovedì..... il mio pensiero stamattina più che mai è andato a tutte quante voi e ai vostri piccoli 26 angeli bianchi!! Siete state meravigliose in tutta la tragedia, io ho seguito tutto da Giovedì dalla prima notizia del TG straordinario a ieri.... ai funerali dei vostri piccoli. Mi ha colpito la vostra dignità, la vostra rassegnazione e la vostra speranza.... contrapposte al dolore più grande che un genitore possa provare.... la perdita di  un figlio. Mi chiedo dove voi troviate la forza e la fede per andare avanti.... quante volte in questi giorni ci siamo chiesti dove fosse Dio in quel momento, come ha potuto permettere che tutto ciò accadesse..... e voi lo avete mai pensato? Come può una mamma trovare la forza per andare avanti dopo aver salutato il proprio bambino la mattina a scuola e ritrovarlo dopo 24 ore in una bara bianca? Siate un esempio per tutte le mamme che non riescono a sopportare un dolore così grande e soprattutto un momento di riflessione nei confronti della vita...... il bene più prezioso che noi possediamo..... e che niente potrà mai ripagare! vi ammiro per questo vostro atteggiamento e vi abbraccio forte forte e con grande sincerità spero vivamente che tutte le promesse a voi fatte siano mantenute.... in tempi brevi..... e che veramente si faccia qualcosa di concreto per scuole più sicure. Un bacio ed un abbraccio forte a voi e a tutto il vostro paese. Un bacione ai piccoli angeli..... coraggio coraggio coraggio....

                        Una mamma


 

Da Mariaconcetta e Elisabetta, S. Croce di Magliano (CB)

Noi siamo due gemelline di Santa Croce di Magliano: quando abbiamo visto la scuola crollare abbiamo pensato "speriamo che i nostri amichetti sono vivi". Noi vi siamo vicine perché vi vogliamo tanto bene. Adesso voi siate in Paradiso con Gesù e gli angioletti e vi chiediamo di pregare per noi.

Vi pensiamo sempre Mariaconcetta e Elisabetta


 

Da nonno Gianni

"con la speranza che questa piccola cosa, serva almeno un poco a consolare i parenti dei piccoli angeli volati in cielo"

A li fiji de la scola

Quann'ero fio, e vedevo 'nà pittura,cò l'angioletti, in forma de bambini, chiedevo a la mi 'mà, ch'ero creatura, chi aderano quell'angeli piccini. E lei me risponnea, cò li su detti:"li cherubini, sò quell'angioletti, sò piccoli, ch'en cielo sò volati, e 'l Signore l'ha fatti bimbi alati. Me stavo zitto, ma n'ero convinto, de quello che diceva la mi mamma si poi vedeo, in quarche dipinto,altisonante, angeli, con grandi ali e spada fiammeggiante. Ma a voi de la scola, poveri fiarelli, ve voio vedè come l'angioletti, che volaveno, 'ndè le pitture, gnudareli, sorridenti, gioiosi e 'npò furbetti. E, sò sicuro, che adesso voi sarete in un posto splendente e luminoso, e tutti uniti, pe mano, canterete in girotondo, allegro e assai festoso. E anche, si pè crede a queste cose, quaggiù de fede ce ne vole tanta, ve vedo, come anime gioiose, che sorridono a tanta gente affranta, ed un pensiero, mistico e assai grato, giunga a voi, creature del creato, e che in eterno a voi tutti sia dato la gioia de vive, che sta terra v'ha negato.


 

Da Istituto Scolastico Comprensivo Statale di Bellaria Igea Marina

I bambini della scuola dell'infanzia, gli alunni delle scuole elementari, gli studenti della scuola media insieme ai docenti, a tutti i genitori e al personale dell'Istituto Scolastico Comprensivo di Bellaria Igea Marina si  uniscono commossi al grande dolore della comunità di San Giuliano di Puglia, sono vicini ai genitori in un abbraccio di grande affetto e solidarietà.


 

Da Scuola Elementare M. Amici di Campiglia Marittima (LI)

Care mamme e cari babbi siamo i bambini della classe prima della scuola elementare M. Amici di Campiglia Marittima in provincia di Livorno e vogliamo esprimere con questa lettera tutto il nostro dispiacere per quello che è successo ai vostri bambini. Tutti noi vi vogliamo tanto bene e vi raccomandiamo di essere coraggiosi perché i vostri figli sono vicino a Gesù e pensano sempre a voi. Ci dispiace che la vostra scuola sia stata distrutta. Ci dispiace per la maestra. Vi saremo sempre vicino sperando che la vostra scuola e il vostro paese possa ritornare come prima del 31 di ottobre.

Con affetto vi mandiamo tanti bacioni

I bambini della classe 1° Bianca, Luisa, Stefano, Matteo, Viola, Mattia, Dario, Francesco, Andrea, Veronika, Naomi, Leo, Raffaele, Joshua, Mehmet, Sofia, le nostre maestre Antonella, Federica, Roberta e Tiziana e le nostre bidelle Mariella e Donatella


 

Da Ugo Catucci, Ariccia (Roma)

Ninna nanna bimbo mio

a vegliarti c'è ora Dio

dormi amore sogna il sole

che si specchia dentro il mare.

Sogna caro un gran giardino,

dove gioca ogni bambino

che sia giallo, bianco o nero.

Sogna un mondo che sia vero,

con una sola religione

solo quella dell'amore.

Ninna nanna Luigi mio

Ora stai in cielo insieme a Dio

Nonno Ugo


Da Don Maurizio Qualizza, Gradisca D'Isonzo (GO)

Cara mamma di Luigi,

Sono il  parroco di una parrocchia di settemila abitanti, e ieri domenica, celebrando le mie quattro messe ci siamo tutti uniti al vostro dolore e alla vostra preghiera di saluto ai piccoli angeli, ai vostri figli. Non me la sono sentita di predicare ieri, abbiamo fatto tutti silenzio, un silenzio non vuoto, ma pieno di sentimenti per voi.... oggi sono andato all'oratorio dove 80 bambini in gruppi diversi facevano il catechismo per la preparazione alla Prima Comunione, sono entrato nel gruppo di 4^ elementare e stavano parlando di voi mamme, dei vostri figli, del terremoto, mi sono accorto che erano tutti presi  quei bambini con le loro catechiste e...... sono uscito per non disturbare. Un'ora più tardi una catechista ha bussato alla canonica e mi ha detto:"sai i bambini hanno voluto scrivere, ecco qui i loro bigliettini....". Io li allego alla presente lettera, sono poca cosa, ma sono anche una grande cosa, quasi un bisbiglio tra le righe..... dentro i loro pensierini..... di quegli angeli custodi di San Giuliano di Puglia che d'un tratto sono diventati patrimonio d'amore dell'umanità e hanno fatto ricco il Paradiso di tanta nuova santità, perché tutti noi possiamo guardare più in alto in questi tempi difficili. Ma che prezzo alto voi mamme e papà avete pagato..... di questo, tutti, l'Italia, la Chiesa vi siamo debitori. Il nostro terremoto del Friuli è ormai lontano nel tempo (1976) ma è sempre forte l'eco d'amore che sale.... non da foto ingiallite o dalla perfetta ricostruzione, sale dalla memoria di coloro che ci hanno preceduti nella casa del Padre. Cara mamma di Luigi, a nome della mia Parrocchia, degli ottocento bambini di cui è ricca un grande abbraccio e la promessa del ricordo e della solidarietà, il ricordo, anzi la presenza viva dei "nostri" angeli di San Giuliano resti per tutti noi in benedizione.


 

Da Paola Caponi, Scuola Elementare Collodi La Serra - S. Miniato (PI)

Care colleghe, oggi i bambini erano così tristi che non è stato possibile fare lezione regolarmente. Per essere vicini ai bambini di S. Giuliano mi hanno chiesto di scrivere loro alcune righe e fare un disegno. li ho lasciati liberi di esprimersi come volevano senza dare suggerimenti e non ho corretto i lavori per lasciare intatta tutta la loro spontaneità. Una reazione semplice a un dramma così profondo, difficile da capire e da spiegare loro. A scuola non si sentono più al sicuro, hanno paura che non sia stata costruita "bene" e che possa crollare. Vi siamo vicini.


 

Dalla famiglia Alessandro Serrecchia e Maria Picanza di Montreal Canada

I nostri pensieri e preghiere sono con la gente di San Giuliano di Puglia. A tutta la gente di San Giuliano e particolarmente i noi parenti, un abbraccio e un bacio a tutti .  Stiamo pensando a voi in questo periodo doloroso.  

dalla famiglia Alessandro Serrecchia e Maria Picanza di Montreal Canada


 

Da Tiziana e i compagni della piscina

Abbiamo riniziato a nuotare con un vuoto dentro.

Senza di voi e tutto più triste.

Speriamo di potervi riavere al più presto fra di noi.

Nuoteremo di nuovo...con LORENZO nel cuore.

Tiziana e i compagni della piscina.


 da Angiola Maria

Da tanto lontano, un pensiero per tutti voi nel vostro dolore e nel
vostro coraggio, da

Angiola Maria


Da Milena Fusillo

Cari genitori,

sono anche io una mamma di una bambina che frequenta la V elementare e capisco cosa vuol dire avere un figlio. Vi penso molto in questi giorni e ho pianto insieme a Voi, come tante altre mamme. Credo che il dolore più grande per un essere umano sia la perdita del proprio figlio. E' una cosa che non si può accettare e in questi momenti ci si chiede, come forse è successo a qualcuno di Voi, esiste  Dio e perché permette ciò.  Davanti a una simile tragedia non si sa cosa dire,  ma vi dico soltanto di non sentirVi soli prece in tutti gli ambienti (nelle scuole nei gruppi scout ecc..) c'è stata una preghiera rivolta ai Vostri  angeli e di continuare a fare quello che avete fatto fino ad ora, con coraggio e dignità che ha sempre avuto il popolo molisano. Vedendo Voi mi sono sentita orgogliosa di avere anche io radici molisane. Avete fatto una cosa bellissima creando la Vostra associazione affinché noi cittadini e istituzioni non ci dimentichiamo del sacrificio dei Vostri bambini e che aiuti a far sì che  ciò che è successo sia la prima e ultima tragedia causata da una scuola.

Un abbraccio a tutte le mamme.

                                          Milena Fusillo


 Da Manuela Pistillo

Egregi Signori,

mi dispiace moltissimo per quello che e' capitato.

Vi scrivo perche' vorrei, se possibile, con il vostro aiuto, entrare in
contatto con quel signore che laggiu' e' stato intervistato in un servizio
televisivo mentre sistemava svariate gabbiette di uccellini (pappagallini)
all'esterno di quella che credo fosse la sua abitazione.

Il motivo per cui vorrei contattarlo e' perche', se lui ha piacere, vorrei
aiutarlo con una fornitura di sementi per i suoi uccellini.

Ho gia' provato a girare la presente nota ad una organizzazione, gia'
diversi giorni fa, ma non ho ricevuto alcuna risposta  ...

Vi ringrazio per la vostra cortese collaborazione e resto in attesa di un
vostro sollecito riscontro.

Cordiali saluti,


Manuela Pistillo



 Dai bambini e dalle insegnanti di una S.E. di Fermo (AP)

Siamo una Scuola Elementare di Fermo (AP). I nostri bambini, colpiti e vicini ai loro compagni sfortunati, hanno preparato dei disegni e degli scritti che invieremo, insieme a una raccolta di fondi fatta dai loro genitori, tramite una nostra mamma molisana che alla fine del mese sarà a S. Giuliano per consegnare il tutto.

Ma intanto vogliamo stringervi tutti forte forte e dirvi che vi siamo vicini e non   vogliamo che vi sentiate soli in questo btriste momento.

Un abbraccio forte anche alle nostre colleghe e a tutte le mamme e i papà che non accompagneranno più i loro bimbi a scuola, ma che li avranno sempre vicini nei loro cuori.

                    I bambini e le insegnanti


 

 Dal Comune di Marzano Appio (CE)

 Nel loro piccolo, anche i dipendenti  del comune Marzano Appio (CE)  hanno raccolto fondi per le vittime della scuola,  inviati  tramite la caritas. Certi di avervi fatta cosa gradita vi siamo vicini nel dolore  particolarmente  ai genitori alla scolaresca e  docenti.

Pietro FERA


Da John e Lana Nardella


Dear Friends at Molisearch,
We are interested in identifying the Nardelli family of San Giuliano di Puglia that lost two children in the earthquake. We are interested in helping the Nardelli family as well as others.
My interest is to find family of my grandparents, Antonio and Nunziata (Francario) Nardelli who immigrated from there in 1912 to the USA in Pennsylvania.
We believe the Nardelli family are related and would like to help and meet them also.
Sincerely,
John and Lana Nardella
Springfield, VA 22153


Dalla S.E. Martin Luter King di Firenze

Cari genitori, siamo le bambine, i bambini e le tre maestre di due classi seconde della scuola Martin Luther King di Firenze, la tragedia che vi ha colpito ci ha molto toccato,  abbiamo pensato molto a voi e ne abbiamo parlato tanto e con tanto dolore, vi siamo tanto vicini con tutto il cuore e con affetto vero, abbiamo preparato alcuni disegni colorati e qualche poesia e letterina che vorremmo mandare ai bambini, dove possiamo spedirla? con tutti i bambini della scuola abbiamo anche realizzato un calendario del 2003 che venderemo e il ricavato andrà a voi per aiutarvi a ricostruire la vostra scuola, il calendario parla dell'amicizia e noi vorremmo, anche se lontani, essere vosti amici perchè vi vogliamo bene, davvero. Con tanto affetto dai bambini di II

 

da Carmen, Carpi (MO)

SONO ANCH'IO UNA MAMMA COME VOI.
E HO UNA PROFONDA STIMA DI VOI TUTTI PER IL VS. FORTE CORAGGIO.
STATE DANDO UNA LEZIONE A TUTTI NOI DELLA VS. GRANDE CIVILTà IN UN MOMENTO COSì DRAMMATICO.
MIO MARITO è VENUTO DA VOI CON AIUTI RACCOLTI DAI NOSTRI CARI PIù VICINI E LA VS. COMPOSTEZZA GLI HA FATTO CAPIRE QUANTO SIAMO FORTUNATI NOI NELLA VITA.
QUESTI MERAVIGLIOSI ANGELI SONO VOLATI IN CIELO PER VEGLIARE SU TUTTI I BAMBINI DEL MONDO, COMPRESI I MIEI.
VI SIAMO PROFONDAMENTE VICINI E NELLA SPERANZA CHE QUESTE QUATTRO RIGHE VI SIANO DI CONFORTO NON DIMENTICATE CHE TUTTA L'ITALIA VI ABBRACCIA FORTE FORTE.
SALUTONI CARMEN di Carpi (MO)

 

Dalla classe IV della S.E. di Alanno Scalo (AQ)

Cari genitori,
siamo la classe IV della scuola elementare di Alanno Scalo. Abbiamo trovato il vostro sito cercando la parola "terremoto" e google ci ha fatto conoscere l'indirizzo. Il sito è stato triste quando abbiamo visto le foto e i disegni dedicati ai poveri bambini dagli alunni delle altre scuole. Siamo molto dispiaciuti per i vostri piccoli angioletti. Noi volevamo dirvi di non scoraggiarvi perchè le loro anime sono vicine a voi.
Abbiamo pensato di fare dei disegni e inviarveli, sperando che vi piacciano.
Vi mandiamo tanti baci.
Classe IV di Alanno Scalo (Pe)

 

Da  Maria Chiara Fucito di  Napoli

Carissimi genitori,
vorrei che sentiste il calore di questo abbraccio.Per un dolore lacerante come il vostro, non esistono parole di conforto,per quanto sincere,che non risulterebbero inadeguate,anche se un genitore può provare ad immaginare la  incontenibile sofferenza che  c'è nel vostro cuore.Sentitemi vicina e provate a pensare intorno a voi lo smisurato numero di persone che in questi giorni ha sentito anche suo il vostro lutto.Siete nel mio cuore e nei miei pensieri che vanno anche a chi in questa immane sciagura ha perso la mamma adorata e ad Angelo,Pompeo,i cuginetti ricoverati a Roma e a tutti quei bimbi che ancora combattono con le sofferenze fisiche e morali.Vi auguro che il tempo vi aiuti a ritrovare un pò di serenità,il caldo tepore delle vostre case,la speranza.Io credo che siate già su questa strada,la costituzione di questo comitato ne è la prova.Avete mostrato grandissima dignità,compostezza,coraggio,  vi auguro tutto il bene del mondo.Un immenso abbraccio  

 

Da Manuela Petescia, direttore di Telemolise

                                                                                      

In qualità di direttore di Telemolise, insieme con l'Editore, Lelio Pallante, vorrei inviare ai genitori delle piccole vittime tutta la nostra solidarietà.
La tv è al vostro servizio: qualunque cosa dovesse occorrervi, in qualunque parte del mondo, potete contare anche su di noi.
Più volte ho esternato in diretta televisiva il mio profondo dispiacere per questa terribile e assurda vicenda, ma sento di dover esprimere con queste due righe (forse insignificanti, ma sincere) il dolore che provo e che non trova tregua se non nella preghiera e, a volte, nemmeno in quella.
Nulla più da quella notte maledetta in cui ho visto estrarre i corpicini di quelle meravigliose creature, nulla più appare ai miei occhi degno di considerazione.
Sono madre, tra gli altri, di un bimbo di 6 anni, che frequenta la prima elementare.
Mi sento in colpa (come tante mamme del mondo, credo) per avere la fortuna di abbracciarlo ancora.
So di non poter fare nulla per alleviare la vostra disperazione, ma di una cosa sono certa: i vostri bambini saranno ricordati per sempre .
Saranno intitolate strade e piazze alla loro memoria in tutto il mondo (via San Giuliano degli Angeli, ho letto su qualche e-mail inviata al nostro sito), ne parleranno i libri di storia e se le Scuole saranno costruite con maggiori garanzie, proteggendo la vita di altri bambini, allora il loro sacrificio non sarà passato invano.
Se un giorno vorrete scrivere le loro storie, affinché nel ricordarli, nel pensarli, nel piangerli e nell'amarli la gente comune possa conservare nella memoria un'immagine o un segmento della loro breve esistenza (sogni, abitudini, fantasie), offro con umiltà il mio "mestiere" (ovviamente in forma anonima e gratuita), sempre nella speranza di potervi essere utile e di consegnare una parte del dolore alle pagine di un libro.
Con affetto,
Manuela Petescia.

Da Marco e Valentina Musu di Nuoro

Da Donato D'Ambrosio, Scuola Elementare Via Carmine Turco 84091 Battipaglia (SA)


 

Da Lucio La Cava di Lucera (FG) su Il Centro di Lucera del 17 novembre 2002

Abstulit atra dies et funere mersit acerbo

Li rapì un nero giorno e li sommerse con morte prematura

Virgilio

Una pioggia di fiori,

un mare di lagrime

per sempre vi ricopra.

A uno a uno siete sfilati 

davanti ai nostri occhi, 

in una terra 

che da secoli

dolori e sventure

conosce e custodisce.

Ogni bara un singhiozzo,

un tuffo al cuore:

rosario senza fine!

A lieto convito 

sembrava andaste

come angeli della luce

in mare tenebroso.

Le vostre mamme

più lagrime non hanno,

nè vale un conforto 

accennare.

ora in cielo 

altre stelle si sono accese

a rischiarare 

le tenebre

del nostro triste mondo,

senza pace 

senza gioia

senza luce.

Lucio La Cava


 

Dalla  Il Centro, giornale di Lucera (FG)

La Direzione e la redazione de "Il Centro" esprimono vivo cordoglio alle famiglie delle vittime del terremoto del 31 ottobre e del 1 novembre scorsi e all'intera popolazione di san Giuliano di Puglia colpiti negli affetti più cari.


 

Da Monica

Carissimi,
questa notte ho sognato un Angelo di Nome Raffaele che diceva di avere sempre fiducia in Dio, e mi preannunciava una gravidanza quanto mai prossima... Non so perchè ma ha sentito forte il bisogno di cercare tra le notizie legate al terremoto di San Giuliano ed ho trovato una fotografia della I elementare dove vi era un bellissimo bambino di nome Raffaele!! So che è assurdo quello che ho pensato ma Ve lo vorrei dire ugualmente. Sono sicura che l'Angelo che ho sognato era il Vostro Raffaele, così come sono sicura che tutti i bambini che non ci sono più materialamente sono comunque sempre vicini a Voi, Vi proteggono e sicuramente  soffrono nel vedere i loro genitori distrutti dal dolore. Dite loro di avere sempre fiducia in Dio
Un forte abbraccio

Monica


Dal Comune di Casalecchio di reno (BO)

Gentile Presidente,
                   faccio seguito alla telefonata di ieri pomeriggio per
rinnovarLe la più sincera solidarietà da parte di questa Amministrazione
Comunale e dell'Associazione Vittime dell'Istituto Salvemini. A nome dei
familiari degli studenti deceduti il 6 dicembre 1990 che con Voi dividono
il senso di una tragedia avvenuta all'interno dell'ambiente scolastico, Le
confermo la volontà di fare visita alla Vostra comunità nei modi e nei
tempi che riterrete opportuno. Al di là del nostro cordoglio, ci farebbe
piacere concordare  un gesto concreto di solidariet alla Scuola di S.
Giuliano e trasmetterVi l'esperienza da noi già vissuta per l'assistenza ed
il recupero dei feriti e per la tutela delle vittime in genere.
     
Assessore Gianni Devani


 

Dai dipendenti INAIL della regione Campania

 

Care MAMME, solo oggi trovo il coraggio di inviarvi questa POESIA di Maria Apicella per dedicarla a Voi e al Popolo di San Giuliano, in essa c'è tutto il Vostro dolore che già si è  trasformato in AMORE.
 
********* Ninna nanna per la VITA **********
 
Ora cerca di dormire;
io ti cullo, amore mio.
Io ti canto vite belle, stelle, lune, luci chiare,
corse liete senza il peso
del dolore, un futuro
sfolgorante di dolcezza,
un presente di promesse,
che ora preme, dalla gabbia che imprigiona
per uscire.
E tu cerca di dormire.
 
Senti il vento? E' una musica che sale;
è una vela che si gonfia
per partire, per volare.
Una voce all'orizzonte chiama inviti di sirene
e si snoda un aquilone per volare, per salire.
E tu cerca di dormire
 
Ti accarezzo con l'amore solamente,
per paura che la mano troppo greve
sia dolore alla tua pena.
Ti sospingo sul sentiero, ti accompagno verso
il bivio fra il crepuscolo e la VITA.
Poi da sola devi andare.
Io non posso che soffrire.
E tu cerca di dormire
 Non temere: poi ti aspetta
una culla di altalena,
un mosaico di sorrisi,
una barca che galleggia
in un canto senza fine.
E tu cerca di dormire.
 
Non voltarti sul confine:
io ci sono a sostenere
ogni passo. Largo e dolce è la SOGLIA: l'imbrunire
ora E' ALBA. Qui ti lascio.
Ma tu cerca di dormire.
 
Vi salutiamo con affetto.
I dipendenti INAIL della Regione Campania

 

Da Romano Presta

Non dimenticheremo voi, amici del Molise, ed i vostri Angeli.
Con amicizia, Romano.

 

Da Giovanna Morici, Bari

                Sono Giovanna Morici da Bari con la presente volevo esprimere la mia solidarietà a tutti gli abitanti colpiti dal terremoto ed in particolare a quei genitori che nel disastro hanno perso i loro figli. Sono mamma ed ho capito il dolore per la tragedia  che all'improvviso si è abbattuta su di loro. Ho sentito la scossa di terremoto di quel tragico 31 ottobre e, seppur in forma lieve in confronto a tutti loro, devo riconoscere che è l'unica cosa che, come calamità naturale, mi spaventa. 
                 Sono vicina a tutti con la mia famiglia per dire che non abbiamo dimenticato.

 

Dal Campo Base dei Vigili del Fuoco di Santa Croce di Magliano

 

L'offerta di te madre è stata calpestata

il cuore è graffiato da unghiate di rancore.

Ascoltalo gridare e urla, anima straziata:

il dolore culla l'anima ingenua

che erra nel silenzio di una pace senza fine.

Lo spirito infantile, ancora ubriaco di vita,

ha perdonato la follia di un destino rabbioso.

E tu, uomo o donna, non naufragare nel vivere

accecando emozioni.

A te rimane il ricordo, 

fissalo immobile, catturalo, 

sentirai il riso del tuo bambino crescerti dentro,

e finita la notte, rimbalzerai con lui alla vita. 

Stefania


Altri messaggi di solidarietà per le vittime del terremoto sono giunti sul sito di santacroceonline