Riserva regionale Ripa Bianca di Jesi - La riserva che non c'è

L'Oasi WWF di Ripa Bianca di Jesi, Area didattico-naturalistica "Sergio Romagnoli", viene inaugurata nel marzo del 1997 su un area di proprietà del Comune di Jesi con estensione di circa 18 ettari affidandone la gestione, con convenzione triennale, al WWF Italia.Il cammino dell'Oasi WWF Ripa Bianca di Jesi, dalla sua istituzione ad oggi, ha visto il raggiungimento di molti risultati, che sinteticamente vengono di seguito descritti, ma ha anche incontrato e sta incontrando numerosi ostacoli al raggiungimento del traguardo principale: il riconoscimento, con estensione a 300 ettari della Riserva Regionale Ripa Bianca di Jesi, la prima Riserva Naturale Regionale delle Marche.

I "RISULTATI" DELL'OASI WWF RIPA BIANCA DI JESI

Di seguito vengono riportati alcuni significativi risultati raggiunti negli anni di gestione:
· 20.000 visitatori, considerando adulti e studenti in visita con le scuole, provenienti anche da fuori Regione.
· il riconoscimento di Centro di Educazione Ambientale della Regione Marche
· il riconoscimento come Oasi di Protezione della Fauna della Provincia di Ancona
· l'individuazione come Sito di Interesse Comunitario e Zona di Protezione Speciale dell'Unione Europea
· l'estensione della superficie protetta dell'Oasi di protezione della fauna da 18 a 256 ettari.
· la realizzazione di nuovi sentieri e l'avvio di interessanti collaborazioni con il mondo scolastico, del volontariato con ad esempio gli scout, con il centro sociale per portatori di handicap "Arcobaleno" di Chiaravalle, la Comunità Alloggio Soteria di Jesi e l'Associazione FAMPIA di Ancona con un progetto di educazione ambientale per bambini con handicap neuropsichiatrico.

Importanti risultati sono stati raggiunti anche sul fronte della conservazione della natura con l'aumento delle specie faunistiche presenti all'Oasi:
· un centinaio di cormorani e una quarantina di alzavole svernanti
· nel 1999 ha iniziato a nidificare l'airone cenerino con una coppia, che sono diventate tre nel 2000 e 10 nel 2001 con ben 38 piccoli di airone cenerino involati. Nel 2002 si prospetta un aumento ulteriore delle coppie nidificanti di airone cenerino in aggiunta alle coppie nidificanti di nitticora, garzetta e tarabusino.Ad oggi la nidificazione dell'airone cenerino è l'unica accertata per la Regione Marche.
· particolari avvistamenti come il Cavaliere d'Italia, la Cicogna Nera, la Sgarza Ciuffetto, l'Airone rosso, l'Airone bianco maggiore, il Picchio Rosso Maggiore.

LA RISERVA NATURALE REGIONALE DI RIPA BIANCA

L'obiettivo più importante per il raggiungimento di una efficace conservazione della natura e riqualificazione del territorio presente all'Oasi, il riconoscimento come Riserva Naturale Regionale Ripa Bianca di Jesi con una estensione di 300 ettari, purtroppo non è stato ancora raggiunto nonostante siano trascorsi ben 5 anni dalla prima richiesta effettuata dal WWF.
L'iter burocratico presso la Regione Marche per il riconoscimento della Riserva Regionale è iniziato nel gennaio 2000 e a tutt'oggi non si è ancora concluso. Il ritardo, è dovuto soprattutto alle pressioni contrarie da parte del mondo di alcuni cacciatori del comprensorio jesino. A conferma delle difficoltà in atto, è stato il bando pubblico predisposto dal Comune di Jesi per la gestione dell'Oasi ed il non rinnovo al WWF, da parte della Provincia di Ancona, del contributo per la gestione dell'Oasi di protezione della fauna Ripa Bianca di Jesi. Al bando del Comune di Jesi ha partecipato solamente il WWF che gestirà l'area almeno fino al 2004. A riguardo chi segue la stampa locale ha sicuramente notato il forte ed acceso dibattito, con parentesi anche giudiziarie (querele ed esposti alla procura della Repubblica), che ha imperversato ultimamente sull'Oasi WWF di Ripa Bianca.L'esposto alla procura della Repubblica contro il WWF per illeciti amministrativi, presentato dal consigliere comunale Mocchegiani Carlo, si è risolto con una piena archiviazione in quanto il fatto non sussisteva.

ATTUALMENTE.........

Il riconoscimento della Riserva Regionale di Ripa Bianca è arrivato all'ultimo passaggio: l'approvazione da parte del Consiglio Regionale. Secondo un copione già visto, l'approssimarsi delle elezioni amministrative del 26 maggio al Comune di Jesi ed alla Provincia di Ancona, ha di fatto "messo in letargo" l'iter per il riconoscimento della Riserva al fine di evitare l' "irritazione" di qualche elettore con la doppietta. Il WWF si è sempre espresso a favore di una politica per l'ambiente e quindi consiglia vivamente di analizzare i programmi elettorali dei singoli partiti per individuare chi si pone con attenzione e concretezza per la conservazione del nostro ambiente e per uno stile di vita sostenibile.

Il WWF vi inviata a partecipare numerosi alla festa delle Oasi WWF che si terrà il 21 Aprile presso l'Oasi WWF Ripa Bianca di Jesi per dare un segnale forte per l'istituzione della Riserva Naturale.


L'attività di volontariato all'Oasi

Partecipa anche tu alla:
· piantumazione (autunno-inverno) ed irrigazione (primavera-estate);
· osservazione e censimento animali;
· la messa a dimora dei nidi artificiali;
· pulizia da rifiuti portati dal fiume;
· sfalcio dell'erba sui sentieri;
· ripulitura dall'erba dell'area tartarughe;
· gestione composter e area biologica;
· vigilanza ambientale coadiuvati dalle guardie.
Per maggiori informazioni contattaci al 339.6848684 (David)

Torna all'indice del notiziario