Firma anche Tu la Petizione sull'Interporto

Clicca qui per scaricare la petizione e raccogliere le firme. Consegnale poi al WWF Jesi (via Posterma, 8 (palazzo ex-carceri dietro il Duomo - 60035 - Jesi)



La Regione Marche ha riconosciuto ufficialmente la bassa valle dell'Esino come area ad elevato rischio di crisi ambientale. Il Piano di risanamento ambientale che gli Enti pubblici dovranno adottare deve prevedere l'eliminazione delle cause del rischio ambientale e del grave inquinamento nell'area. Tutti i programmi di sviluppo, le infrastrutture e i nuovi insediamenti devono pertanto garantire una drastica diminuzione se non una totale eliminazione delle cause del rischio ambientale. Il traffico privato motorizzato ed il trasporto merci su gomma sono una delle principali cause dell'inquinamento, dell'aumento del rumore e della produzione di polveri. Il previsto progetto di interporto nella bassa valle dell'Esino deve per questo essere l'occasione per una diminuzione del trasporto merci su gomma, sviluppando in via prioritaria il trasporto su ferrovia e cabotaggio.

CON LA PRESENTE PETIZIONE I SOTTOSCRITTI CITTADINI CHIEDONO:

1. Un limite massimo ai volumi del trasporto merci esclusivamente su gomma in transito nell'Interporto;
2. Avvio dell'Interporto solo con l'operativitą del collegamento ferroviario, trasferimento su rotaia di un volume minimo del trasporto merci, partecipazione o collaborazione delle F.S. alla sua gestione;
3. Lo spostamento dello scalo merci ferroviario da Falconara all'Interporto della bassa vallesina;
4. Il trasferimento delle merci dal Porto di Ancona all'Interporto su rotaia;
5. Il trasferimento obbligatorio su rotaia dei trasporti oltre i 300 Chilometri;
6. L'avvio del primo e secondo stralcio dei lavori dell'Interporto e successivo completamento previa verifica della reale funzionalitą dell'intermodalitą del trasporto merci;
7. Completo rimboschimento con specie autoctone delle aree destinate a verde dal progetto dell'Interporto, creazione di barriere verdi antirumore lungo le strade di collegamento.




Clicca qui per scaricare la petizione e raccogliere le firme. Consegnare poi al WWF Jesi (via Posterma, 8 (palazzo ex-carceri dietro il Duomo - 60035 - Jesi)

Per maggiori informazioni clicca qui.

Se volete esprimere la vostra opinione abbiamo fatto aprire un gruppo di discussione sull'argomento, l'indirizzo č italia.jesi.nointerporto.
Il nostro obiettivo č di portare alla conoscenza dei cittadini, ignari e disinteressati, queste informazioni tramite un Forum pubblico che richiederemo all'Amministrazione Comunale di Jesi, coinvolgendo altre associazioni tra le quali il Comitato per la salvaguardia della Coppetella e Clementina che si era costituito per difendere l'area dall'opera in progetto.
Maggiori informazioni su WWF Jesi on line: www.wwf.it/jesi

Torna all'Interporto

A cura del WWF - Sezione di Jesi