"Ds pigliatutto..."
Turbogas e Interporto, An accusa la Quercia jesina

Alleanza Nazionale sta seguendo "con grande interesse e notevole preoccupazione" gli sviluppi relativi alle questioni Interporto e Turbogas di Jesi. Dopo aver partecipato sia all'incontro con la presidenza della SocietÓ Interporto Marche presso il Comune di Chiaravalle, sia alla iniziativa pubblica promossa dal Comitato di salvaguardia di Coppetella tenutasi il 26 scorso, An si Ŕ anche fatta parte attiva nel promuovere il consiglio comunale straordinario di Chiaravalle che domani discuterÓ dei vari problemi relativi agli insediamenti in Vallesina. "Nello specifico dei due problemi Turbogas e Interporto - si legge in una nota dell'avvocato Ennio Mencarelli, del coordinamento territoriale Bassa Vallesina di An - e lette le nervose dichiarazioni del segretario dei Ds di Jesi Ferri, An rivendica il proprio diritto di secondo partito della Provincia di poter decidere a seguito di una informativa completa e tempestiva".
Che per˛ in questo caso sarebbe mancata "come dimostrano le recenti notizie sulla centrale Enel di Camerata Picena". Di ci˛ An accusa "la gestione verticistica dei vari problemi effettuata dalla dirigenza dei Ds di Jesi che ha escluso dai livelli decisionali tutte le altre realtÓ locali e gli stessi altri sindaci diessini". An prende atto della posizione assunta ultimamente dal sindaco di Camerata Picena e dalle forze politiche chiaravallesi "che testimoniano della insofferenza, ormai dilagante, delle altre comunitÓ locali nei confronti delle pretese egemoniche manifestate dal partito dei Ds di Jesi sulla politica industriale nella zona. Tali pretese sono rese possibili dalla totale mancanza di capacitÓ programmatica dei Ds e dei loro alleati che, pur governando Regione, Provincia e Comuni, non sono mai stati ancora in grado di formulare una qualsiasi proposta complessiva di politica industriale e ambientale".

Torna alla Turbogas

A cura del WWF - Sezione di Jesi