Sei in Gallerie > I  DIPINTI > Allegorici > 25

25. LA VECCHIA 
Giorgio da Castelfranco detto Giorgione ( Castelfranco Veneto (Treviso) 1476 o 1477 - Venezia 1510  )
1508 ca. - Olio su tela cm 68x59

Come la "Tempesta" "La Vecchia" faceva parte della collezione di Gabriele Vendramin, ed Ŕ chiaramente un'allegoria ,come dimostra il motto sul cartiglio "Col Tempo". La figura, spostata a sinistra ed appoggiata ad un parapetto, risalta su uno sfondo molto scuro ed uniforme. Il volto, segnato da tante piccole rughe, ha un'espressione mesta. Gli occhi supplichevoli si rivolgono all'osservatore, al quale sembra voler comunicare un messaggio, data la posizione della mano che indica se stessa, e la bocca leggermente aperta . Forse un "memento mori" data l'evidenza dei segni del tempo che si colgono in lei. Veste una tunica rosa, ed uno scialle bianco, come la cuffia, che si appoggia sulla spalla: appare scarmigliata e trascurata e povera, di impietosa bruttezza, consapevole del suo invecchiare, con la schiena curva a testimoniare il peso degli anni. La materia pittorica appare piuttosto impoverita, comunque il pittore ha descritto con abilitÓ estrema i particolari di questo volto sottolineando gli aspetti della vecchiaia con straordinaria minuzia. 

  ANALISI FORMALE COLLOCAZIONE  SALE PROVENIENZA