Su di un livello ]

 

Su di un livello
Informazioni generali
Storia di Cuba
Cultura
Donne e bambimi
Elezioni
Storia della Costituzione
Organizzazioni
Istruzione
Religione
SanitÓ
Sport

Cuba: un mosaico di religioni.

Cuba Ŕ un paese laico nel quale esiste la libertÓ di culto.
Per cinque secoli, dopo la sua scoperta, il mondo religioso di Cuba si Ŕ arricchito con credenze e istituzioni di diverso tipo.
Sacerdoti, pastori, babalaos e spiritisti convivono officiando i loro culti in tutta libertÓ.
Le chiese tengono aperti i loro templi, non ci sono interferenze nell'ordinamento e nella formazione di sacerdoti cattolici o di pastori evangelici, nÚ nella designazione di direttori di seminari religiosi e di membri della loro gerarchia.
C'Ŕ il massimo rispetto anche per le credenze di origine africana come la Santeria, Palo Monte o Palo Mayombe, Regla Ararß e SocietÓ Segreta Abakuß, alcuni seguaci delle quali subirono persecuzioni durante il periodo coloniale e negli anni repubblicani antecedenti il 1959.


Cattolicesimo


Prima della Rivoluzione la religione pi¨ praticata era il Cattolicesimo, portato e imposto dai conquistatori spagnoli.
Durante l'epoca coloniale, a Cuba non era ammessa altra religione che la Cattolica - il Governatore Spagnolo era anche vice capo della Chiesa - e le altre credenze erano perseguitate. Per lungo tempo i cattolici hanno rappresentato la classe pi¨ ricca e potente del paese.
D'altra parte, i conquistatori, con l'introduzione degli schiavi africani, hanno di fatto contribuito anche a incorporare le credenze di questi uomini nella societÓ di allora.
Le chiese cattoliche aperte al culto sono pi¨ di cinquecento, la pi¨ nota Ŕ il Santuario Nazionale di Nostra Signora della CaritÓ del Cobre, Patrona di Cuba. Esistono inoltre numerose istituzioni di assistenza sociale, seminari, monasteri e congregazioni religiose maschili e femminili.
La personalitÓ cattolica pi¨ importante di Cuba Ŕ Monsignor Jaime Ortega Alamino, nominato Cardinale da Papa Giovanni Paolo II nel 1994.


Protestantesimo

Le prime religioni protestanti o evangeliche - la Presbiteriana, la Battista, la Metodista Episcopale - giunsero a Cuba alla fine del secolo XIX, provenienti dagli Stati Uniti.
Poco dopo comparvero, tra le altre, l'Esercito della Salvezza, i Testimoni di Geova, la Convenzione Evangelica di Cuba I Nuovi Pini e l'Ordine Evangelico di Gedeone. Queste ultime due chiese sono state fondate a Cuba.
Attualmente nell'isola esistono cinquantaquattro tipi di chiese protestanti.
Socialmente impegnati, i protestanti si adoperano moltissimo per aiutare chi ha bisogno, soprattutto nelle campagne.

Altre Religioni


A Cuba si praticano anche l'Ebraismo, che ha tre sinagoghe a La Habana; il Vud˙, sorto ad Haiti come sincretismo di religioni francesi con culti africani; credenze portate dai braccianti cinesi e varie altre portate da persone di altre regioni; lo Spiritismo, che arriv˛ dall'Europa e dal Nord America. Nello Spiritismo "cruzao" si osservano forme sincretiche legate al cattolicesimo e alle religioni africane.


Culti di origine africana

Conosciuti indistintamente come culti di origine africana, religioni sincretiche o religioni afrocubane, a Cuba compaiono principalmente la Santeria o Regla di Ocha, il Palo Monte o Palo Mayombe, la Regla Ararß e la SocietÓ Segreta Abakuß.
Gli schiavi neri portarono con sÚ dall'Africa le loro forme religiose che erano costretti a praticare segretamente.

Gli yoruba, etnia originale della Nigeria, identificavano i loro orishas con i colori pi¨ che con figure umanizzate. Cosý, via via che conoscevano i Santi cattolici, cominciarono a venerarli identificandoli, o meglio identificando i colori con cui erano vestiti, con i loro orishas. Questo provoc˛ un sincretismo che si manifesta nella identitÓ, detta "il santo", orisha-santo cattolico. Da questo deriva che il culto Ŕ conosciuto come Santeria, o Regla di Ocha, e i suoi praticanti come "santeros" e "santeras".
I babalaos (sacerdoti) ricoprono la gerarchia pi¨ alta, ma esistono altri praticanti attivi come i babalochas, gli iyalochas e gli orihates. Gli yoruba avevano anche il concetto di un Creatore: Olofi.
Gli studiosi considerano la Santeria il culto di origine africana pi¨ complesso tra quelli esistenti nel paese e quello che mantiene il maggior numero di elementi originali.

Dal Congo, dallo Zaire e dall'Angola arrivarono schiavi di idioma bant¨, le cui credenze diedero origine alla Regla Mayombe o Palo Monte, ispirata alle forze della Natura, e per la quale il sovrannaturale riposa nel naturale: nel monte. E' la religione dei cosý detti paleros che usa altari cattolici e rituali come il battesimo, l'acqua benedetta o l'offerta di messe e, allo stesso tempo, Ŕ molto carica di magia.

La Regla Ararß, che nel secolo XIX ebbe grande forza a Cuba, ricollega le sue origini alla zona del Dahomey, nella attuale Repubblica di Benin, e ancora prevale nelle zone della regione occidentale dell'isola.
Uno degli dei di origine Ararß pi¨ venerato Ŕ Babal˙-AyÚ, riconosciuto e onorato anche come yoruba. E' un orisha sincretizzato con San Lazzaro, il lebbroso storpio, appoggiato alle stampelle e con due cani, del quale si parla nella parabola del Vangelo di San Luca "Il ricco Epulone". Agli inizi di questo secolo la sua immagine fu ritirata dalle chiese perchÚ non era riconosciuto come santo. Infatti il solo San Lazzaro riconosciuto dalla religione cattolica Ŕ Lazzaro di Betania, vescovo e martire.

Provenienti dal Calabar, tra il territorio della Nigeria e del Camerun, giunsero i neri che crearono la societÓ segreta per uomini Abakuß, le cui regole ricordano le societÓ di mutuo soccorso. Presentano un rituale marcatamente africano con linguaggio, musica e danze di questa origine uniti a elementi cattolici.

Nell'abitato di Regla, sobborgo di La Habana, nel 1834, prese origine la societÓ segreta Efik Buton, considerata la prima del suo tipo, i cui adepti furono denominati ˝a˝igos o abakuß.


Costituzione e Religione


Cuba si caratterizza per il rispetto di tutte le religioni praticate nel suo territorio.
Nel settembre del 1992, l'Assemblea Nazionale del Poder Popular ha approvato la legge di Riforma Costituzionale che ha introdotto anche alcune modifiche riguardanti la Religione.
Vengono ribaditi e ampliati il riconoscimento, il rispetto e la garanzia della libertÓ religiosa da parte dello Stato. Si precisa che le istituzioni religiose sono separate dallo Stato e che le diverse credenze e religioni godono di uguale considerazione.
E' vietata e sanzionata dalla legge la discriminazione per motivo di razza, colore della pelle, sesso, origine nazionale, credenze religiose e qualunque altra discriminazione lesiva della dignitÓ umana.
La Costituzione segnala anche come lo Stato che riconosce, rispetta e garantisce la libertÓ di coscienza e di religione, riconosce rispetta e garantisce anche la libertÓ di ciascun cittadino di cambiare credenza religiosa o di non averne alcuna, e di professare il culto religioso che preferisce.
L'articolo 55 sui Diritti, Doveri e Garanzie Fondamentali sancisce, infine, che la legge regola le relazioni dello Stato con le istituzioni religiose.


Il Partito Comunista e i Credenti

Prima delle modifiche della Costituzione, il IV Congresso del Partito Comunista di Cuba, nell'Ottobre del 1991, aveva accordato l'ammissione nelle sue fila di cubani con credenze religiose.
Sono infatti caduti i motivi di opposizione alla Chiesa Cattolica negli anni iniziali della Rivoluzione. L'opposizione era infatti dovuta ai conflitti sorti con le alte gerarchie di questa religione, la pi¨ diffusa tra le classi ricche, quando queste furono colpite dalle misure di giustizia sociale prese nell'Isola. Per motivi simili, ci furono divergenze, se pure minori, anche con altre Chiese.


Fidel e la Religione

"...Esistono diecimila volte pi¨ coincidenze tra cristianesimo e comunismo di quante ce ne siano con il capitalismo..."
Fidel Castro ai Sacerdoti Cileni - 1971

"...la religione non Ŕ nÚ oppio nÚ rimedio miracolistico: pu˛ essere oppio o rimedio meraviglioso a seconda che serva a difendere gli oppressori e gli sfruttatori oppure gli oppressi e gli sfruttati."
"...penso che si possa essere marxisti senza dover rinunziare a essere cristiani, e lavorare insieme per cambiare il mondo."
"La mia attenzione si Ŕ sempre fissata sugli aspetti rivoluzionari della dottrina cristiana e del pensiero di Cristo. Pi¨ di una volta, nel corso di questi anni, ho avuto modo di dimostrare la coerenza tra il pensiero cristiano e il pensiero rivoluzionario."
"Riconosco che nella nostra societÓ la morale ha avuto come fondamento la religione."

Fidel Castro in un'intervista a Frei Betto - 1985

 

 

Orisha

Santo cattolico

Colori

Attributi/Dio di

Protegge da

Elegguß

S. Antonio da Padova

rosso nero

ha le chiavi del destino

trombosi, emorragie

Changˇ

Santa Barbara

rosso bianco

fuoco-raggio-tuono-guerra

scottature

Och˙n

Vergine del Cobre

giallo

amore-fertilitÓ-acqua

affezioni basso ventre, emorragie

Babal˙-AyÚ

San Lazzaro

viola cardinale

vaiolo e lebbra

affezioni cutanee

Yemayß

Vergine di Regla

azzurro

madre della vita, dea acqua

malattie ventre legate all'acqua

Ogg˙n

San Pietro

verde nero viola

dio del ferro

febbre, operazioni

Orula

S. Francesco Assisi

verde e giallo

dio della divinazione

pazzia

Obatalß

Vergine d. Mercede

bianco

creatore della terra

cecitÓ, paralisi

Osain

San Giuseppe

verde

dio della natura

allontana la morte