ipark
 
Alpinismo
Arrampicata EquitazioneEscursionismoGare sci
Mountain bike
Risultati gareSport aria
Sport fiumeSport lago Trekking

Italiane

 

  • Avelignese o Halfinger. Originario dell'Alto Adige Ŕ diffuso in tutta Italia e in diversi stati Europei. Si Ŕ formato dall'incrocio di fattrici locali e stalloni Arabi. Pony di taglia 135 - 130 cm, manto sauro con criniera e coda bianchi, dolce e mite, usato un tempo per lavori agricoli, oggi usato come cavallo da sella per il turismo di campagna e da maneggio.


  • Cavallo agricolo Italiano. Creato dall'antico cavallo padano incrociato con il Belga e successivamente col Bretone, idoneo al tiro pesante rapido, lavori agricoli. Diffuso in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna.

  • Cavallo delle Murge. Adatto a lavori agricoli, derivato da incroci tra cavalle locali con riproduttori Andalusi e Orientali. Ne esistono di 2 tipi: 1) derivazione Andalusa, massiccio e adatto al traino, altezza 160 cm. 2) derivazione Araba, pi¨ esile, usato nel tiro leggero, altezza 150 cm.

  • Foggiano Lucano Calabrese. Queste razze tipiche della zona di Foggia, Bari e della Piana di Sibari sono derivanti un' incrocio di una popolazione cavallina meticcia meso-dolicoforma di tipo Orientale con altre razze di di sangue e varietÓ numerosissima. Si Ŕ cosi' passati da un cavallo dai caratteri ben definiti (mantello baio taglia 160-165 cm) adatto al tiro e alla soma ad una diversitÓ' di forme di difficile inquadramento.

  • Lipizzano. Deve il suo nome alla localitÓ di Lipizza, vicino a Trieste. Cavallo robusto, derivato dall'incrocio con cavalle del Polesine e del Friuli con stalloni Arabi, Andalusi, Napoletani, Danesi e Cremonesi. Celebre steppatore della scuola di Vienna. Taglia 155-160 cm., mantello bianco o grigio.

  • Maremmano. Era un tempo assai numeroso in Maremma, dove trovava impiego nei pi¨ diversi lavori. Particolarmente dotato di fondo, resistenza e velocitÓ. Cavallo tipico dei butteri, oggi Ŕ quasi scomparso nella forma pura avendo subito numerose modificazioni da ripetuti insanguamenti da purosangue Inglesi. Taglia 155-160 cm. , Mantello baio e morello.


  • Norico o Pinzgauner. Particolarmente adatto robusto e docile, Ŕ impiegato nelle regioni alpine Italiane, Svizzere, Austriache e Tedesche, come cavallo da tiro pesante. Taglia 160-165 cm., mantello baio o sauro, peso 700-750 Kg.

  • Salernitano o Persano. Di solida struttura e buon temperamento particolarmente adatto per concorsi ippici, le origini risalgono al medioevo quando si sono incrociati soggetti locali con riproduttori Arabi, passando poi per il Trottatore Francese, il Maremmano e in fine il Purosangue Inglese. Altezza 155-162 cm., peso 400-500 Kg., mantello baio o sauro.

  • Sardo o Achetta. La sua andatura portante caratterizzata da brevi e rapidi passi lo rende particolarmente adatto alle competizioni ippiche quali corse ad ostacoli e concorsi. Le sue origini sono antiche e derivano da incroci tra piccole cavalle isolane e stalloni Arabi, Berberi e purosangue Inglese. Taglia 140-145 cm., mantello grigio, morello e baio.

  • Siciliano. Di derivazione Araba, allevato nella zona di Ragusa, Catania, Siracusa, insanguato col purosangue Inglese e atto alla sella e al tiro leggero. Taglia 150-155, manto grigio e morello predominanti.

  • Sanfratellano. Allevato allo stato brado nella zona di Messina, derivante dall'orientale e insanguato con stalloni spagnoli, Salernitani e Nonius, ha qualche analogia col maremmano. Mantello baio e taglia 155 cm.



Città on lineCultura e tradizione
Download images Download musicaEnogastronomia
FaunaFloraMonumenti
News RubricheTurismo


Tutto il materiale e la grafica di questo sito
non può essere copiato senza previa autorizzazione scritta dal responsansabile di "Alpital 2006"