1░ -  Muladhara

 

1░ Chakra Muladhara

 

Nomi alternativi Primo Chakra, Chakra Basale, Chakra Radicale
Collocazione fisica Alla base della spina dorsale
Organo fisico associato Gonadi, genitali, pelvi, retto, intestino crasso
Elemento Terra
Pianeta Saturno
Colore Rosso
Aroma Muschio, patchouli, sandalo
Mantra radicale LAM (secondo alcune tradizioni "LONG")
Immagine tradizionale Un loto con quattro petali rossi, sui quali sono scritte in giallo le sillabe Vam, Sham, Sham e Sam. Al centro del loto c'Ŕ il quadrato giallo della Terra (Prithivi) che contiene un triangolo rosso, la sillaba/radice Lam e un elefante.
Mandala Quadrato
Suono UM
Frequenza vibrazionale 300 Hz
Numero di petali Quattro
Animale Bue, toro, elefante: tutti gli animali connessi all'elemento Terra per pesantezza e soliditÓ
Pietra Rubino, corallo rosso, magnetite, granato, elioropia, diaspro, emanite, onice nero, ossidania, quarzo affumicato, tormalina negra, agata, alessandrite
Corpo corrispondente Corpo Fisico
Poteri tradizionalmente associati Conoscenza di Kundalini. Controllo della mente e del respiro. Conoscenza di passato, presente e futuro
Funzione Permette all'essere umano di rimanere in contatto con la Madre Terra: in breve, di sopravvivere. Mentre le sue caratteristiche positive sono la stabilitÓ, la capacitÓ di affermarsi sul piano materiale e della prosperitÓ (intesa in ogni senso), una disfunzione di questo Chakra provocherÓ problemi quali l'incapacitÓ di concentrarsi su un argomento o un progetto
Malattie fisiche ObesitÓ, emorroidi, stipsi, sciatica, artrite, reumatismi, dolori alle ginocchia, anoressia, tumori delle ossa e della pelle
Malattie psichiche Depressione, impotenza, insicurezza

Collocato alla base della spina dorsale, Ŕ il punto del corpo in cui Ŕ collocata l'energia chiamata "Kundalini". Corrisponde all'elemento della Terra; il suo colore Ŕ il rosso, il senso fisico Ŕ l'odorato e le tradizioni orientali gli fanno corrispondere della parola e dell'eterna conoscenza. Il suo mandala Ŕ il quadrato, l'animale Ŕ l'elefante, l'organo del corpo umano Ŕ il piede. Questo Chakra, che pu˛ essere definito il centro della vita materiale, Ŕ la base dell'esistenza dell'uomo nel mondo fisico, la sede dell'energia che ci permette di manifestarci nella vita quotidiana. Non Ŕ un caso che esso venga definito anche "Primo Chakra", "Chakra Radice" o "Chakra Basale": il Muladhara Ŕ effettivamente la radice partendo dalla quale ci muoviamo nel mondo e, conseguentemente, una disarmonia all'interno di questo Chakra causerÓ nell'essere umano un senso di sradicamento, una convinzione psicologica di essere privo di sicurezze sia in campo spirituale che nel mondo della materia. Corrisponde al Corpo Fisico e, all'interno di questo, alle gonadi e al sistema riproduttivo. I profumi che maggiormente lo stimolano sono il muschio, il patchouli e il sandalo, mentre le pietre adatte per lavorare con le sue energie sono il quarzo e la pietra di luna. La sua immagine tradizionale mostra quattro petali di colore rosso, con la sillaba-mantra "Lang" o "Lam" scritta all'interno di un quadrato di colore giallo; alternativamente, alcuni testi tradizionali indiani mostrano anche un triangolo di colore rosso (che corrisponde al Sole, alla Luna e al Fuoco) con un vertice rivolto verso il basso. Corrisponde a quella branca dello Yoga che viene chiamata "Hata-Yoga", nell'ambito della quale vengono insegnate le varie posizioni che i praticanti di Yoga assumono durante i loro esercizi, e alla divinitÓ Ind¨ Brahama. Infine, Ŕ collegato con i Chakra situati nei piedi, che collegano l'organismo con la Terra e permettono l'interazione con le energie telluriche. L'energia del Muladhara Ŕ estremamente densa, vitale e potente, associata agli aspetti di base della sopravvivenza dell'essere umano nel mondo che lo circonda; in questo senso, il Chakra Radice Ŕ associabile con la parte pi¨ antica del cervello umano, definita "cervelletto rettiliano", che regola gli istinti di conservazione e sopravvivenza: un antico assioma ermetico, riportato nella famosa "Tavola di Smeraldo" attribuita a Ermete Trismegisio, che recita "Come in alto, cosý in basso", dimostra che i nostri avi, anche in un ambiente culturale occidentale, erano consci di questa correlazione. La collocazione fisica di questo Chakra, vale a dire la base della spina dorsale, ci indica che esso Ŕ la dimora dell'energia chiamata Kundalini, il serpente di fuoco che risale attraverso i Chakra man mano che questi vengono risvegliati.